Inzaghi: “Mi godo l’avventura, ma vincere subito è difficile”

inzaghi_allenatore
C’è anche Filippo Inzaghi tra i super ospiti del Gazzetta Day a Milano. “La prima della Gazzetta sulla nostra vittoria al Mondiale 2006, quella di ‘Tutto vero’, mi è rimasta nel cuore – racconta il tecnico del Milan -. È bello tornare qui e rivedere alcuni miei ex compagni che mi fanno tornare in mente tanti bei ricordi e immagini bellissime. La più bella? Fabio Cannavaro che alza la coppa a Berlino”. Bocca cucita sul derby in arrivo, l’ex attaccante rossonero si sofferma sul suo rapporto con la Gazzetta: “È sempre stato ottimo, conservo addirittura una vecchia foto in spiaggia a Deiva marina con mio fratello Simone, io e lui che la leggiamo insieme. Spero che continueremo ad avere successi in coppia, io e la Rosea”.

Ok i ricordi, ma il traguardo di Pippo Inzaghi da allenatore qual è? “Con i ragazzi mi sono preso grandi soddisfazioni – spiega Pippo -, ora vivo questa avventura al massimo ma non penso a vincere subito trofei”. Si torna ancora a quel Mondiale vinto da calciatore, dove Inzaghi segnò un gol alla Repubblica Ceca: “Barone sta ancora aspettando il pallone che fintavo di passargli? Meglio per lui, avrebbe sbagliato…”, scherza .
GAZZETTA DELLO SPORT