Inzaghi freme e aspetta Ntep

INZAGHI

Tra il campo e il mercato, la Lazio è un cantiere aperto. Work in progress, la squadra biancoceleste si prepara nel ritiro di Marienfeld ma delude nell’amichevole con l’Al Shabab mentre a Formello Tare lavora per regalare un centrale di difesa (Wallace convince, Mauricio no) e un esterno al tecnico Inzaghi. Il centrocampista invece è arrivato, dopo qualche dubbio Leitner del Borussia Dortmund è atteso a Roma stamattina per svolgere le visite mediche di idoneità in clinica Paideia.

Insomma i lavori vanno avanti ma mancano 12 giorni alla prima di campionato contro l’Atalanta e il sostituto di Candreva tarda ad arrivare, anche se la società è serena e sicura di avere il colpo in canna. Dovrebbe trattarsi di Ntep del Rennes, la Lazio ci sta lavorando e potrebbe dare un’accelerata alla trattativa. Il francese ha chiarito che partirà solo dopo il rinnovo, costa 10 milioni. Tra i nomi nel mirino anche il sogno El Ghazi dell’Ajax, Clayton dell’Atletico Mineiro, Boudebouz del Montpellier e Cerci. Inzaghi freme e cerca di mettere fretta alla Lazio, il tecnico sperava di affrontare il ritiro in Germania con la squadra al completo, invece i rinforzi non sono arrivati e ci sono questioni extra campo da chiarire. A cominciare dal futuro di Keita, l’attaccante ha chiesto la cessione (a prescindere dal rinnovo), Inzaghi punta molto sul senegalese ma vuole capire se resterà o meno alla Lazio.

Poi c’è il caos portieri, con Vargic che andrà via ancor prima di avere esordito: il croato non ha convinto nessuno, tanto meno il tecnico piacentino. Come non lo convince la scelta di incoronare Berisha titolare. La situazione di Marchetti è in stand-by, ha rifiutato l’ipotesi Genoa ma l’idea di uno scambio con Perin potrebbe farsi ancora strada.

In campo non va meglio, il pareggio senza gol e idee contro la squadra emiratina fotografa una Lazio in debito di ossigeno, dalle gambe pesanti e con tre big ai box. Lulic farà dei controlli strumentali ma si teme la lesione muscolare alla coscia, Basta (solito affaticamento) e Radu (stiramento al polpaccio) non hanno giocato domenica e non si allenano. L’occasione per Patric e Lukaku di mettersi in mostra, Inzaghi ha apprezzato e ha anche convocato a Marienfeld l’ex Primavera Germoni.

IL TEMPO