Incendio nel campo rom “La Barbuta”

incendio_la_barbuta

Un’alta colonna di fumo si leva dal campo nomadi “La Barbuta” nei pressi di Ciampino, comune alle porte di Roma, a causa di un incendio di materiali tra cui elettrodomestici. Sul posto sono al lavoro tre squadre dei vigili del fuoco. L’intenso fumo potrebbe causare problemi al traffico aereo. Si tratta di un vasto incendio, probabilmente doloso e divampato facendo bruciare gli scarti di chissà quali traffici di rifiuti ingombranti. “Siamo ormai di fronte a una realtà insostenibile, che nuoce gravemente sulla vivibilità e sulla salute delle popolazioni residenti di Morena e Ciampino”. Il consigliere regionale di Forza Italia e vicepresidente della commissione Ambiente, Adriano Palozzi ha dichiarato: “È più che evidente che all’interno dell’insediamento attrezzato, a fronte di persone che scelgono di vivere civilmente, ce ne siano altre che non conoscono o fanno finta di non conoscere le regole di convivenza collettiva. È bene, dunque, che queste ultime siano cacciate per prime dal campo “La Barbuta”, il tempo del falso buonismo è ormai andato a farsi benedire. Si svegli l’amministrazione capitolina prima che scoppi la tensione sociale e corra ai ripari per affrontare una questione sociale, quella dell’insediamento attrezzato ai confini con Ciampino, finora rimasta senza soluzione. Ai cittadini, ormai esausti, non posso che esprimere la mia piena solidarietà”. E’ intervenuto in una nota anche Stefano Pedica del Pd. “Basta roghi tossici nei campi rom. La situazione è diventata insostenbile e bisogna avere il coraggio di prendere decisioni drastiche. Dopo l’ennesimo incendio, “La Barbuta” va chiuso immediatamente perché oramai è diventato un problema serio per i cittadini e per la sicurezza dell’aeroporto di Ciampino. Quello dei fumi tossici è un problema che si protrae da tempo e in questi mesi si è aggravato notevolmente – sottolinea Pedica. Non si può continuare così all’infinito, mettendo in serio pericolo anche la sicurezza dell’aeroporto di Ciampino. Mi auguro che grazie all’intervento del prefetto Gabrielli questa volta si riesca a trovare subito una soluzione definitiva per il bene di tutti”.

IL TEMPO