In arrivo due nuovi centrali. “Questa lazio è da Europa”

Pioli

Con l’acquisto di due difensori centrali, e nessuna cessione, sarà una Lazio da Europa: «Assolutamente sì». Non ha dubbi Stefano Pioli, non tentenna neanche per un secondo. Blindare i punti fermi della rosa, in attesa di De Vrji e Astori, gli obiettivi numero uno: «La società è stata chiara nel dire che abbiamo perso due giocatori importanti come Biava e Dias, e che andrebbero rimpiazzati con giocatori che possano migliorare questa squadra. – spiega Pioli in conferenza stampa ad Auronzo di Cadore – Ora ho questi difensori centrali a disposizione ed è importante lavorare subito sulla linea difensiva, per aiutare poi i nuovi ad inserirsi». Aspetta i suoi rinforzi, l’ex tecnico del Bologna, potrebbero essere giorni decisivi. Astori è a pochi chilometri di distanza, e non in senso metaforico. Il difensore è a Sappada – vicinissimo ad Auronzo – in ritiro col Cagliari; Zeman fa orecchie da mercante, lui continua ad allenarsi coi sardi, ma la fumata bianca potrebbe essere vicina. La Lazio continua il pressing ed è pronta a convincere il presidente Giulini con un’offerta da 7 milioni di euro. Se accettasse, resterebbero da limare i dettagli relativi all’accordo con il giocatore, nulla di insormontabile. Non si nasconde invece De Vrij, finito il Mondiale, è arrivato il momento della verità sul suo futuro: «Fa piacere essere stimato dai club di altri campionati – spiega il centrale del Feyenoord – L’esperienza al Mondiale è stata molto importante per la mia crescita. Miglioravo partita dopo partita». La Lazio è forte del sì del giocatore, ora resta da convincere il club olandese con 7 milioni di euro sul piatto. Intanto Pioli plasma la sua Lazio, ha accennato un applauso ieri, dopo la prima amichevole con l’Auronzo. Ma è solo l’inizio: «Non veniamo da una bella stagione, ma vogliamo fare di tutto per voltare pagina – continua il tecnico biancoceleste – C’è determinazione e attenzione, i carichi di lavoro continueranno a salire e i giocatori devono capire che lavorare bene ora può portare benefici più avanti. In questo momento è normale vedere cose positive e negative in campo, ma dobbiamo crescere tanto perché le amichevoli sono lo specchio di come stiamo lavorando». Ma si gode, nel frattempo, un Klose campione del mondo: «Con lui vogliamo ambire a traguardi importanti, abbiaml bisogno delle sue qualità. Ha concluso un percorso incredibile, col titolo e il record di gol. Siamo onorati di averlo, ma anche Biglia deve essere soddisfatto».

IL TEMPO