Il Toro blinda la difesa con Peres

Bruno Peres balançou as redes na vitória sobre a Ponte Preta

Guarda con fiducia all’Europa, ma compra in Brasile. Il Toro intreccia le speranze di giocare nelle coppe al posto del Parma con le manovre di mercato per costruire la nuova squadra. E così, dopo aver ufficializzato da tempo l’acquisto del centrale svedese Jansson, i granata sono pronti a piazzare un altro colpo in difesa: l’esterno brasiliano Bruno Peres. La trattativa con il Santos si è praticamente conclusa ieri con gli ultimi documenti scambiati via mail.

Il Torino con 2 milioni di euro si garantisce il 24enne laterale, che per altro ha già trovato l’accordo fino al 2019 con il club granata, e così rompe il ghiaccio con il mercato sudamericano: questo, infatti, sarà il primo acquisto (e non prestito) di un giocatore mai visto prima in serie A. Potenzialmente un bel regalo per il presidente Cairo, che proprio oggi festeggia il suo 57° compleanno.

Bruno Peres privilegia la fascia destra, ma all’occorrenza può agire anche su quella sinistra. Nel Santos ha giocato 68 partite e segnato 4 gol dal 2012 ad oggi dopo esser stato acquistato dall’Audax di San Paolo, che guadagnerà il 30% dalla vendita del cartellino (circa 650mila euro). Il terzino brasiliano concluderà il campionato brasiliano il 1° giugno, poi volerà subito a Torino per sostenere le visite mediche e iniziare una nuova avventura.

Dopo tanti attaccanti brasiliani, dunque, il Toro ingaggia un difensore verdeoro. Un’inversione di tendenza notevole per una piazza che non ha mai dimenticato Leo Junior, probabilmente lo straniero più amato nei 108 anni di storia granata, ma che come ultimi rappresentati della scuola brasiliana ha visto all’opera Pià e Gabionetta. A Bruno Peres, nel recente passato seguito anche dalla Roma, l’onore di ridare il giusto tocco sudamericano al Torino.

LA STAMPA