“Il sesso per i portatori di handicap secondo Giorgia Wurt”

IMG_0238web

Le sue caratteristiche? E’ capricciosa e volubile, tipico di chi è nata sotto il segno dei gemelli.

 Ma il suo magnetismo è indiscutibile ed anche la sua carica di energia che mette in tutto quello che fa!

Giorgia Wurt, per anni è stata fidanzata con  Fausto Brizzi, brillante regista e sceneggiatore.

Ma il suo legame con lui è finito da un bel pezzo. Ed ora la bella Giorgia si impegna attivamente nella carriera. Non solo attrice ( Ex ,per cui vince il Nastro d’Argento nel 2009, e Maschi contro Femmine di Fausto Brizzi. Partecipa inoltre a fiction di grande popolarità come Un Medico in famiglia, Moana, in cui interpreta Cicciolina e Le tre rose di Eva.), ma anche scrittrice di talento.

Dopo “Tutta da rifare” (premio Afrodite 2010), è uscito in questi giorni, edito da Mondadori, “L’accarezzatrice”.

Un libro che racconta un tema delicato come quello del tabù tra sesso e malattia.

Giorgia Wurt si è appassionata a vicende complesse e a testimonianze raccolte in diversi anni, associandole alla vicenda personale di una ex infermiera, diventata assistente sessuale per portatori di handicap.

In questo romanzo, la protagonista è Gioia, una ragazza di 30 anni, rimasta senza lavoro con un padre molto malato, lasciata dal suo fidanzato storico, che si trova a rispondere ad annuncio particolare.

L’incontro a Lugano con Rosa, malata di sclerosi multipla che cerca di alleviare il dolore del suo compagno, (anche lui malato) regandogli il piacere fisico con un’altra donna che non sia come lei, le cambia la vita.

Gioia dopo un primo momento di ritrosia nel ritrovarsi in un ruolo che non è il suo, capisce che diventando un’accarezzatrice può essere la coscienza di tante persone che pregiudicano la vita dei disabili, isolandoli dal mondo e dalle proprie emozioni.

Giorgia Wurt si conferma così una romanziera a tutti gli effetti.

La sua sensualità anche in questo caso emerge copiosamente.

“Per me – afferma la Wurt – in una intervista rilasciata qualche tempo fa – il sesso è anche sensualità e seduzione, mi seduce un odore, un sorriso, uno sguardo, una porta che mi viene aperta. E poi sono stata sempre attratta da uomini e donne che mi sanno ascoltare.”

Magari il suo prossimo libro racconterà una storia di “amour fou”, chissà!

Ma cosa pensa del matrimonio Giorgia?

“La monogamia coniugale è una scelta di comodo, alla quale mi affiderò molto più in là. E poi io un matrimonio l’ho già fatto. Mi sono sposata una volta a Las Vegas, con un sosia di Bob Dylan”

Questa estate  Giorgia tornerà sul set della fiction Le Tre Rose di Eva 3 e sarà una delle protagoniste di Oro Verde, di Mohamed Soudani uscito in Svizzera e prossimamente in Italia.

Il film racconta la storia di una gang di disoccupati, uno più improbabile e disperato dell’altro, tutti convinti di avere fra le mani “l’oro verde” ovvero un carico di Cannabis che cambierà definitivamente la loro vita. Ispirato a fatti realmente accaduti in Ticino all’inizio degli anni 2000.

Paola Aspri