“Il Pretore” dal 3 aprile al cinema | VIDEO

Francesco Pannofino, la voce di “George Clooney” diventa un macchiettistico pretore di una piccola provincia sul lago Maggiore sotto la direzione di Giulio Base, che mancava dal cinema da diverso tempo.

“Il Pretore”, tratto dal romanzo di Piero Chiara, approda al cinema dal 3 Aprile.

Ad affiancare la verve recitativa di Francesco Pannofino, Sarah Maestri qui nel ruolo anche di produttrice insieme alla Lime Film.

La vicenda di Augusto Vanghetta (Pannofino) assomiglia alle vicende di casa nostra di questo periodo. Un impenitente donnaiolo (che in segreto emula Mussolini) che usa il suo potere di “pretore” per avere uno stuolo di amanti considerevoli.

Insomma un uomo che concede i suoi favoritismi da leader per togliersi degli sfizi sessuali.

La moglie Evelina (Sarah Maestri) subisce il maschilismo imperante del marito e appare agli occhi del pubblico di provincia come una gracile consorte “cornuta” e piena di complessi.

Arriverà nella vita di entrambi Mario Landriani (Mattia Zàccaro Garau), assistente del pretore, che farà becco il marito fedigrafo e supererà il maestro nel lavoro, oltre che nel privato.

Finale amaro che non assolve chi vuole raggiungere le proprie ambizioni, lasciando la figura del maschio in balia delle proprie debolezze.

Commedia di costume, divertente, con un bravissimo Francesco Pannofino e una convincente Sarah Maestri.

Nel ruolo della “fatalona” la conturbante Eliana Miglio che seduce l’ingenuo pretore, spillandogli molti soldi.

Deborah Caprioglio nel ruolo di Tecla, è una delle amanti gelose di Augusto Vanghetta.

A concludere il cast Carlina Torta, Carlo Giuseppe Gabardini e Massimiliano Cavallari.

Sicuramente un lungometraggio brillante, ma che appare più come un prodotto per il piccolo schermo.  Non me ne vogliano i produttori,  ma penso che sarebbe piaciuto di più. Magari mi sbaglio, aspettiamo il responso nelle sale!


Il Pretore – Interviste a cura di Paola Aspri di RadioRadioWeb

Paola Aspri