Il monito di Obama, “è in gioco la democrazia”

OBAMA 1

Washington – Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è tornato ad avvertire i suoi concittadini dell’importanza del voto delle presidenziali del prossimo 8 novembre: “E’ la stessa democrazia a essere in gioco”, ha detto puntando il dito contro il candidato repubblicano Donald Trump e i suoi eccessi, a partire dalle offese continue contro le donne. “La civiltà è in gioco. La tolleranza è in gioco. La cortesia è in gioco. L’onestà è in gioco. L’eguaglianza è in gioco. La gentilezza lo è. Tutti i progressi che abbiamo fatto negli ultimi 8 anni sono in gioco. La stessa democrazia è il gioco“, ha avvertito Obama intervenendo a un comizio a Cleveland, in Ohio, uno degli Stati chiave per eccellenza. L’Ohio o ‘Buckeye State’ (lo Stato dell’ippocastano) è importante perché assegna 18 grandi elettori sui 270 necessari per conquistare la Casa Bianca. Negli Usa il presidente non è eletto direttamente dai cittadini ma dai cosiddetti ‘grandi elettori’ e ognuno dei 50 stati dell’Unione ne esprime un certo numero in base alla popolazione. Si va dai 55 grandi elettori della California, il più popoloso, ai soli 3 della sterminata quanto disabitata Alaska.

AGI