Icardi: «Inter, sapevo che avremmo lottato per lo scudetto»

ICARDI_INT_JUV

MILANO – «Volevamo essere a Natale lassù dove siamo, lo dicevo anche a Wanda, sapevo che potevamo lottare per qualcosa di grande». Così Mauro Icardi ha parlato durante un’intervista a Sky Sport sugli obiettivi dell’Inter in questa stagione. «Già dal ritiro c’era la voglia di fare un grande campionato e una grande impresa. La fascia da capitano mi ha dato grande morale per aiutare la squadra e fare il meglio. Da Pupi Zanetti mi è arrivato qualche consiglio, ma il capitano non è l’unica persona importante. Siamo tutti capitani», ha proseguito il bomber nerazzurro.

«JOVETIC? CI VOGLIAMO TUTTI BENE» – «Possiamo giocare tutti e questo il mister l’ha fatto vedere in tutte le partite. Nessuno è indispensabile e nessuno deve stare fuori sempre. Abbiamo giocatori come Jovetic, Ljajic, Perisic e Brozovic e non serve tanto il mio aiuto per prendere la palla fuori area. L’intesa con Jovetic? E’ normale. Ci vogliamo bene, scherziamo tutti insieme, non ci sono gruppi diversi, stiamo tanto insieme e questo ci aiuta tanto», ha proseguito Icardi. «Per lo scudetto il Napoli ha qualcosa in più di noi visto che possiede un attacco incredibile. La Fiorentina gioca benissimo, la Roma lotta e ha spirito di sacrificio. La Juve? Beh, ha vinto gli ultimi 4 scudetti! Il futuro? Il calcio è la mia vita. Avere a casa mia moglie e i bambini mi aiuta ad affrontare tutto tranquillamente. Ho un contratto fino al 2019, se arriva il rinnovo bene visto che a Milano mi trovo benissimo», ha concluso Maurito.

CORRIEREDELLOSPORT.IT