Ibrahimovic misterioso: “Il mio futuro? Quando sarò stanco delle domande”

Zlatan IBRAHIMOVIC (psg)

E’ senza dubbio uno dei pezzi pregiati del mercato e il suo nome è in assoluto tra i più ricorrenti nelle trattative, ma Zlatan Ibrahimovic gioca a fare il misterioso, anche perché gli piace essere al centro dell’attenzione, anche e soprattutto dei media. E così il centravanti della nazionale svedese, che ai prossimi Europei di Francia fa parte del girone E con Italia, Irlanda e Belgio, dribbla un po’ infastidito, ma allo stesso tempo divertito, le domande dei giornalisti suoi connazionali sul suo futuro professionale.

IBRA: “SVELERÒ MIO FUTURO QUANDO SARÒ STANCO DELLE DOMANDE” – “Per adesso mi diverto a leggere e ad ascoltare tutte queste storie, quando sentirò la migliore e sarò stanco di tutto questo, in quel momento vi dirò dove andrò a giocare”, le parole di Ibra, che ha deciso di non rinnovare il contratto con il Paris Saint Germain. Per lui si parla di un ritorno in Italia (il Milan lo sogna), di un’esperienza in Premier League magari al Manchester United di José
Mourinho, ma anche di Cina, Stati Uniti ed Emirati Arabi e, ultimamente, la stampa svedese segue una romantica pista che porta al suo primo club, il Malmoe. “Tornare a giocare in Svezia? Sono ancora troppo forte per questo”, dice con la consueta sicurezza l’ex Juve, Inter e Milan, che non scioglie neanche i dubbi sul suo futuro in Nazionale: “Non ho ancora pensato a questo, ma posso dire che lavoro senza problemi, mi sento forte, molto forte”, conclude Ibrahimovic.

La Repubblica