Grinta Ciofani «Ho segnato più di Dzeko»

CIOFALI

FROSINONE Cinquanta per cento. A tanto ammontano le possibilità di salvezza del Frosinone per Daniel Ciofani. L’attaccante finora è andato a segno in cinque occasioni, qualcuno, lui compreso, si aspettava altre cifre ma non è certo l’unico bomber in crisi del campionato. «Mi sarebbe piaciuto fare qualche gol in più – ha ammesso lo stesso Ciofani – calcolando le occasioni avute però sono soddisfatto. Ho segnato più di Dzeko, Morata, Klose e Di Natale».

Poi ha sottolineato come il prossimo avversario, l’Empoli, sia tutt’altro che in crisi: «Sono stati sfortunati in alcuni frangenti, ma non sono in crisi di gioco. Sono una squadra forte ed in una posizione tranquilla. Dobbiamo comportarci come nelle ultime partite, loro giocano meglio anche rispetto a delle big, dobbiamo difenderci come se stessimo giocando i play-off».

Ciofani ha analizzato anche la fragilità difensiva che negli ultimi mesi ha caratterizzato il Frosinone: «Dicembre e gennaio sono stati due mesi un po’ particolari, partite in cui abbiamo preso troppi gol. I motivi sono molteplici, ci sono stati degli errori individuali e per una neopromossa sono letali». L’attaccante abruzzese ha affermato come se proprio si deve trovare una motivazione quella sta nella fragilità mentale, nella difficoltà a reagire quando si sono subiti gol per poi prenderne molti e finire col subire goleade. Ciofani però non ci sta a gettare la croce addosso ai suoi compagni: «Sento spesso criticare Crivello, lui è un giocatore che dà l’anima, ma Cuadrado salta il 99% dei difensori. E’ poco intelligente criticarlo, sono troppe le cose che non sono andate». Professionalità ed intelligenza, queste le doti del gruppo storico per Ciofani e con queste doti il Frosinone farà come suo solito: andare avanti e guardare l’obiettivo.

A proposito di compagni, Daniel Ciofani ne ha uno speciale, suo fratello Matteo: «Fa piacere che molti lo vogliano sempre più in campo, lui è un grande professionista ed in molti non lo consideravano adatto neanche alla Lega Pro. Poi invece ha smentito tutti ed il lavoro dà i suoi frutti, lui ne è l’emblema».

Se il Frosinone ci sta credendo in quest’ultima fase, qualcosa è scattato e Ciofani lo ha confermato: «Sono finite le chiacchiere, ecco cosa è successo. Si è chiuso il mercato e soprattutto ci siamo adattati alla situazione nuova della serie A. Ora tocca a noi raggiungere l’obiettivo». Stellone intanto ha ritrovato tutti gli uomini in gruppo, visto che nell’ultima seduta è tornato anche Ajeti, con il centrale albanese la squadra è al completo in vista di Empoli. Una gara che rappresenta un vero e proprio bivio per la squadra giallazzurra, una partita da non sbagliare per trasformare in 51 quel 50% di possibilità di cui ha parlato Ciofani.

IL TEMPO