Grillo su riforme, se presi in giro faremo opposizione seria

GRILLO_BEPPE

Lunedi’, quando il Partito democratico e il Movimento Cinque Stelle si rivedranno per discutere della legge elettorale, “vedremo cosa vorra’ fare Renzi. Se ci sara’ una presa in giro o atti di supponenza sul ‘complicatellum’ allora l’opposizione la faremo sul serio”. Lo ha detto Beppe Grillo ai giornalisti lasciando Villa Taverna dopo un ricevimento dell’ambasciatore Usa. “La nostra legge elettorale – ha aggiunto Grillo – ha le preferenze che sono alla base della democrazia. La loro invece e’ anticostituzionale”.
Secondo il leader di M5S, il primo incontro tra Pd e Movimento e’ stato utile per far vedere, ha sottolineato, “che siamo disposti a dialogare come persone normali, e che non siamo pericolosi nazisti o omofobi. Durante la campagna elettorale – ha concluso – ci hanno detto di tutto”. “Non so se Renzi rompera’ il patto con Berlusconi sulla legge elettorale.
Vedremo. Berlusconi e’ un’ombra che cammina”. E’ quanto dice Beppe Grillo mentre lascia la festa delle celebrazioni del 4 luglio all’ambasciata americana. Il cavaliere, ha aggiunto, “cerca di proteggere le sue aziende. Ha fatto una campagna elettorale contro di noi e ha portato a casa un buon risultato, quello di farci perdere le elezioni. Ma piu’ di quello non potra’ fare”.

AGI