Grillo sfiducia Pizzarotti: contesta regole M5s grazie a cui è stato eletto

pizzarotti_grillo

Affondo di Beppe Grillo nei confronti del sindaco di Parma Federico Pizzarotti. «Capitan Pizza non è d’accordo con quelle stesse regole che l’hanno portato a essere sindaco di Parma» dice alludendo alle europarlamentarie dal suo blog. Dopo aver riportato le parole del sindaco che dice di voler attendere, conclude: «Allora perché parli?».

Il post sul blog. «Il MoVimento 5 Stelle – si legge nel post – è ecumenico, è aperto a tutti i cittadini italiani che vogliano farne parte e disposti ad accettarne le poche, chiare e semplici regole. Per essere candidati con il M5S è sufficiente rispettare i requisiti di iscrizione ed essere cittadini italiani incensurati. Non devi essere conosciuto da qualcuno, che sia egli il primo dei sindaci o l’ultimo degli attivisti».

Le parole di Pizzarotti. Ma ecco le dichiarazioni del sindaco di Parma che hanno scatenato la reazione di Grillo: «E’ un dato di fatto che in tutti i territori si è candidata gente che noi non abbiam mai visto. Vuol dire che non si sono spesi per il territorio. […] L’attivismo in questo modo viene fatto cadere. […] Uno sconosciuto perché dovrei votarlo? […] La conoscenza secondo me è importante. […] Aspetto i risultati. Mi piace parlare dopo aver visto per dare un giudizio».

IL MESSAGGERO