GP Singapore – Hamilton la spunta su Rosberg, 5° Alonso

Lewis Hamilton

Una delle qualifiche più belle dell’anno: distacchi risicatissimi e pole incerta sino all’ultimo secondo. Ma alla fine davanti ci sono sempre loro: le vetture della Stella si portano a casa l’ennesima prima fila della stagione nel buio di Singapore. Il risultato alla fine arriva un po’ a sorpresa, dato che le Mercedes non brillano come al solito sia nelle libere che nelle qualifiche. Ma quando c’è da dare la zampata Hamilton e Rsoberg rispondono sempre presente.

L’inglese batte ancora una volta il tedesco, stavolta di soli 7 millesimi. Dietro Ricciardo terzo che supera Vettel per l’ottava volta in stagione di sabato. E le Ferrari? Dire che deludono è certamente esagarato, però forse ci si aspettava qualcosa di più. Sul circuito cittadino di Singapore le Rosse si riscoprono veramente competitive: Alonso e Raikkonen brillano sia nelle libere che in Q1. In Q2 è Rosberg ad ottenere il miglior tempo, ma la Ferrari c’è. In Q3 invece non riescono ad arrivare neanche in seconda fila, anche se per 3 millesimi… Comunque la gara domani è lunghissima, soprattutto non è mai stata così aperta.

LA CRONACA

Q1 un po’ diversa dal solito per un motivo: c’è una differenza abissale tra le due mescole, quasi due secondi. Così alla fine tutti sono costretti ad usare già il primo treno di gomme supersoft nella prima qualifica. Gli eliminati sono sempre i soliti: i team minori, Maldonado e Sutil. Miglior tempo di Raikkonen davanti ad Alonso.

Q2 che vede ancora Kimi partire col botto e piazza il miglior tempo. Anche Alonso insieme a Hamilton e Ricciardo rientrano subito ai box dopo il primo giro, tenendosi un treno di gomme in più per la Q3. Rosberg invece ne usa due di treni, come Massa. Eliminati Button, Vergne, Hulkenberg, Gutierrez, Perez e Grosjean.

Q3 intensa e combattuta. Dopo il primo giro è Massa ad essere in testa davanti a Ricciardo, ma i primi sette sono racchiusi in 2 decimi. Seconda tornata decisiva: la Mercedes attacca e si merita la prima fila. Rosberg pensa di aver preso la pole, ma Lewis lo sopravanza e ottiene la sesta prima piazza della stagione. Kimi invece rallenta e deve rientrare ai box per un problema tecnico, non potendo migliorare la settima piazza dietro Massa.

LA STATISTICA CHIAVE

Fernando Alonso perde la seconda fila per appena 5 millesimi, questo il distacco rimediato da Vettel e in assoluto è una Ferrari a 230 millesimi dalla Mercedes

LA DICHIARAZIONE

Raikkonen: “Tutte le volte che la macchina mi dà buone sensazioni, mi capitano dei problemi!”

IL MIGLIORE

Kimi RAIKKONEN: Nessuno pensava che fosse vero, ma invece per larghi tratti delle qualifiche è stato il migliore. Il finlandese si sveglia nel momento giusto dopo delle libere dietro di oltre un secondo da Fernando. Kimi però c’è in Q1 e Q2, mentre in Q3 si deve fermare per un problema tecnico. Poco male, finalmente segni di risveglio di Iceman.

IL PEGGIORE

Valtteri BOTTAS: Prende paga da Massa, e questa è già una notizia. La Williams non brilla su questo circuito, il brasiliano però dà il tutto per tutto, rimanendo addirittura in pole position per gran parte della Q3. Invece Valtteri rimane più indietro, rimanendo addirittura dietro Raikkonen e ottavo.

Eurosport