Giovedì è Europa league: date, soldi, liste

CHAMPIONS_LEAGUE

L’Inter con il Dnipro, arbitro il tedesco Felix Zwayer, e il Torino con il Club Brugge debuttano in trasferta giovedì 18 settembre in Europa league alle ore 18.

Al San Paolo il Napoli con lo Sparta Praga e la Fiorentina in casa con il Guingamp saranno in campo alle 21,05.

La Uefa ha chiarito la distribuzione dei proventi economici e per l’Europa league il montepremi è di 208,75 milioni. Ogni club riceve un gettone di presenza di 1,3 milioni, inoltre ogni vittoria frutta 200mila euro e ogni pareggio 100mila, il primato nel girone vale 400mila euro, il secondo posto 200mila. I premi nella fase a eliminazione diretta aumentano in relazione al turno raggiunto, da 200mila fino al milione di euro per le semifinaliste, poi 2,5 mln alla finalista sconfitta e 5 milioni alla vincitrice.

A conti fatti la vittoria nella finale di Varsavia vale 15 mln, considerato che ai 9,9 mln Uefa va aggiunto il market pool, ovvero la quota del 40 per cento distribuita in base al valore del mercato televisivo di riferimento che per i club italiani si aggira sui 5 mln.

L’Uefa ha anche stabilito le regole per la composizione delle liste che possono essere composte al massimo da 25 giocatori, dei quali 8 devono essere formati dalla federazione e 4 dalla società. Per formato dalla federazione si intende un calciatore che tra i 15 e i 21 anni sia stato tesserato per almeno tre stagioni intere per un club italiano. Per formato dalla società si intende un giocatore che tra i 15 e i 21 anni sia stato tesserato per almeno tre stagioni dalla società che lo ha inserito in lista.

In quella del Torino c’è Amauri, nel Napoli Gargano, nella Fiorentina c’è Rossi no Joaquin. Nella lista Inter è tornato Guarin con Campagnaro e Kuzmanovic, tutti esclusi dai preliminari contro lo Stjarnan. Questo è l’elenco completo della rosa di Mazzarri: Handanovic, Jonathan, Juan Jesus, Andreolli, Osvaldo, Palacio, Icardi, Kovacic, Guarin, Campagnaro, Vidic, Kuzmanovic, Medel, Obi, Dodò, Ranocchia, Sciacca, Carrizo, D’Ambrosio, Krhin, Berni, Donkor, Nagatomo, Hernanes, M’Vila, Mbaye, Costa, Palazzi e Bonazzoli.

IL GIORNALE