Genova, trombe d’aria e allerta meteo. Italia spaccata dal maltempo

maltempo

Il maltempo crea danni al Centro e al Nord Italia. Una tromba d’aria si è abbattuta ieri su Genova attraversandola da Voltri sino a Nervi, lungo la linea costiera, e raggiungendo poi Recco. Molti i disagi provocati dalla pioggia e dal vento forte che ha raggiunto i 120 km/h spezzando rami di alberi, facendo cadere pali della luce. La tromba d’aria ha abbattuto un pilone dell’illuminazione sul campo della Sampdoria. La squadra aveva appena finito l’allenamento. Alcune trombe d’aria hanno colpito Portofino e il Golfo del Tigullio. In queste ore è in arrivo sul centro-Levante ligure un nuovo fronte di perturbazione.

Disagi anche in Toscana – Estende a tutta la Toscana e fino alle ore 8 di sabato 15 ottobre, il codice arancione annunciato ieri per forti temporali, rischio idrogeologico ed idraulico. Treni fermi all’altezza di Massarosa sulla linea ferroviaria Viareggio-Lucca per qualche albero caduto nella notte. Un incidente stradale, probabilmente dovuto alla pioggia, ha provocato code sulla strada di grande comunicazione tra Firenze e Pisa.

Albero su scuolabus a Roma, 3 feriti, anche bimba – Un albero è caduto su uno scuolabus in via Ercole Marelli, in zona Torre Gaia, alla periferia di Roma. Sul posto i vigili del fuoco. A quanto riferito dai pompieri, ci sono tre feriti tra cui una bambina. Dalle prime informazioni non sarebbero gravi.

Ancora neve in Valle d’Aosta – Neve in Valle d’Aosta sopra i 1.800-2.000 metri di quota. Le precipitazioni – secondo quanto riferito dell’ufficio meteo della Regione Valle d’Aosta – sono più intense nella zona sud-orientale, al confine con il Piemonte. Domenica sarà soleggiato con un brusco rialzo delle temperature (lo zero termico si attesterà a 3.000 metri).

Sul Piemonte resta allerta gialla – Pioggia e neve sul Piemonte, dove prosegue l’allerta gialla per il maltempo causato dalla perturbazione di origine atlantica che ha transitato sulle regioni settentrionali dell’Italia. Rischio frane e allagamenti su Verbano e Appennini.

Spiaggia Poetto a Cagliari sommersa – Una violenta mareggiata ha sommerso la lunga spiaggia del Poetto fra Cagliari e Quartu Sant’Elena. L’acqua ha superato per decine di metri tutto l’arenile raggiungendo la strada ed i chioschetti. Il maltempo ha colpito tutta l’area sud della Sardegna e si quindi spostato nella parte centro-nord dell’Isola, almeno sino a stasera. La Protezione civile regionale ha diramato, infatti, un bollettino di allerta meteo ordinaria (gialla) da questa mattina sino alle 20 per rischio idrogeologico.

Raffiche di vento in Corsica. Diciotto persone sono rimaste ferite, di cui due in condizioni gravi, dopo il crollo di un tendone installato nel centro di Ajaccio. Al momento del crollo si stava svolgendo uno spettacolo davanti a 350 bambini: nessuno di loro è rimasto ferito e l’evacuazione si è svolta senza problemi. Il forte vento ha rovesciato anche un camion. Difficili condizioni meteo sono previste per il resto della giornata.

Gran caldo a Palermo, spiagge prese d’assalto – Se non fosse per il calendario a Palermo sembrerebbe proprio estate. Le spiagge, soprattutto quella di Mondello, sono state prese d’assalto. “Sembra di essere in agosto – dicono alcuni turisti inglesi in visita in città – non pensavamo proprio di trovare queste temperature. Ma comunque è ‘wonderful'”.

ANSA