Garcia vuole due centrali. Ecco Basa, spunta Manolas

BASA_LILLE

Presto Basa. Poi, forse, anche Toloi. Troppi? Non per Garcia. Il tecnico francese ha deciso (da tempo): per il ruolo di centrale difensivo vuole, in vista della Champions e di una stagione che si annuncia logorante, quattro centrali titolari.

GARCIA VUOLE DUE CENTRALI: ECCO BASA – Due, nella sua testa, sono già a Roma: Benatia – con la speranza di convincerlo ad abbandonare i propositi di fuga: in alternativa è pronto Mangala – e Castan, intoccabili soprattutto dopo l’ultima annata. Ma alle loro spalle Garcia vorrebbe contare non su una ma su due alternative di pari livello (o quasi): giocatori che possano sostituirli senza farne troppo avvertire la mancanza. Il primo, a meno di colpi di scena, sarà Marko Basa: montenegrino, 31anni, extracomunitario, il tecnico lo volle al Lille e ora è pronto a imporlo anche a Roma, soprattutto dopo una stagione che lo ha visto essere eletto, in Francia, come secondo miglior difensore della Ligue1 alle spalle di un certo Thiago Silva. L’accordo con il Lille è stato sostanzialmente trovato, serve solo ratificarlo, e c’è chi dice non servirà nemmeno aspettare il weekend per la fumata bianca. Si parla di un incontro in queste ore da cui aspettarsi se non i comunicati almeno l’ultima stretta di mano.

POI TOLOI O MANOLAS, MURIEL SI OFFRE – Poi, si tornerà su Toloi: il San Paolo ha rifiutato la richiesta di un altro prestito annuale: se la Roma aggiungesse il riscatto obbligatorio per 5,5 milioni si potrebbe chiudere l’affare, ma il ds giallorosso non è ancora sicuro di voler chiudere a queste condizioni. E sta studiando alternative: in casa c’è l’opzione Romagnoli, ma Sabatini stravede da anni per il greco Manolas, dell’Olympiacos, valutato 6 milioni. Il Genoa ha proposto De Maio, ma non interessa. L’Udinese offre invece Heurtaux, amico fraterno, tra l’altro, di Mehdi Benatia, che ha visitato spesso a Roma nell’ultima stagione. Alla Roma continua a proporsi anche Muriel, che in Colombia, durante una partita di calcetto, ha posato indossando una maglia della Roma. Al ds potrebbe interessare come terzo centravanti, non fosse per il prezzo: quella friulana, in fondo, è bottega sempre cara.

LA REPUBBLICA