Garcia: «Siamo vicini alla vetta dell’Everest»

ROMA  ATALANTA

ROMA – Garcia è soddisfatto per il pareggio con il Barça anche se, da buon allenatore, chiede alla squadra ancora di più: «Siamo andati vicini alla vetta dell’Everest – dice il tecnico della Roma a Mediaset Premium – ma non ci siamo ancora arrivati. Pareggiare contro il Barça dà fiducia alla squadra. Abbiamo giocato bene, tutti si sono impegnati, sappiamo che con il Barça bisogna fare una gara di sacrificio. Penso che si poteva fare meglio con il possesso palla e anche con i contropiedi potevamo essere più pericolosi. Però sono soddisfatto . È un risultato importante anche per le prossime gare. Dopo il 7-1 contro Il Bayern siamo cresciuti: l’esperienza dell’anno scorso è servita, sono arrivati giocatori importanti, ma sono tutti stati bravi. Se così non fosse stato non avremmo pareggiato contro una squadra del genere».

FLORENZI – Un pensiero speciale va aFlorenzi. «Se devo fare una menzione particolare, la faccio a Florenzi: – aggiunge il tecnico giallorosso ai microfoni di Premium Sport – ha fatto un gol incredibile. De Rossi davanti alla difesa era studiato per contrastare il loro centrale di centrocampo che saliva e anche Messi e Neymar che spesso si abbassano tra le linee: ha fatto una partita di un’intelligenza tattica sopra la media. Perché le tre punte? Perché era importante dargli fastidio: specialmente Salah ha messo paura agli avversari, con la sua velocità. E anche Iago, con Digne sta trovando una grande intesa sulla fascia sinistra».

CORRIEREDELLOSPORT.IT