Gallinari fa l’eroe Italia agli ottavi!

BASKET

Azzurri commoventi: Gallo segna il pari al 40′ e il sorpasso definitivo all’overtime, Belinelli chiude con 5 punti in fila. Terza vittoria in fila meritata dopo la rimonta dal -10. Azzurri certi del terzo posto e a Lilla eviteranno la Francia.

BERLINO – L’Italia concede il bis, anzi il tris. Meno di 24 ore dopo il trionfo contro la Spagna, gli azzurri vincono una gara commovente contro la Germania 89-82 al supplementare, con 25 punti di Danilo Gallinari, compreso il pari in arresto e tiro a 3” dalla fine dei 40′. Un canestro da fenomeno che Gallo bissa nel supplementare per il sorpasso definitivo, perché dopo la palla persa dell’immarcabile Schroeder (29) arriva la tripla del ko di Marco Belinelli (17, tutti dopo l’intervallo). Italia qualificata, e a Lilla sarà almeno terza, evitando la temibile Francia, ma con un successo domani contro la Serbia sarebbe persino prima. Una vittoria meritata da squadra vera e con gli attributi, vista la capacità di rimontare anche dal -10, con una partita come quella contro la Spagna nelle gambe, meno di 24 ore prima.

RIMONTA – L’Italia inizia con lo stesso quintetto di ieri, eppure fatica contro le penetrazioni di Tadda e Zipser, ma soprattutto di Dennis Schroeder, 9 punti sul 9-17. Bargnani, come contro la Spagna, è il primo ad entrare in partita e anche lui è già a quota 9 sul 13-17, dando coraggio all’Italia. I tedeschi restano avanti pure se Nowitzki (14) impiega 14′ per fare un canestro, perché Schroeder punisce l’inevitabile piano partita azzurro di concedergli il tiro da fuori: il play degli Atlanta Hawks segna dalla media ed è a 16 a metà. L’Italia però c’è, e Gallinari e Hackett firmano la prima rimonta con il 42 pari del 20′.

MITOLOGIA – Ma è la ripresa ad entrare nella mitologia delle sfide Italia-Germania di qualunque sport. Il 9-0 con Benzing e Nowitzki (45-55) potrebbe affossare una squadra stanca, ma l’Italia ha cuore, Bargnani (17) è ancora dentro la gara in difesa e a rimbalzo, e quando Gallinari carica di falli gli avversari, rimette in partita l’Italia. Il 7-0 di Bargnani, Belinelli e Gentile vale il pari a 63, lanciando una volata di 7′, che gli azzurri affrontano carichi di falli, con Bargnani tartassato dagli arbitri, con un metro non degno di queste gare.

GALLO EROE – Due triple di Belinelli valgono il sorpasso (69-68), ma Schroeder è imprendibile, e le due entrate del playmaker razzo valgono il 72-75 a 21” dalla fine. Qui il ct tedesco Fleming ci fa un favore, con il fallo sistematico anticipato, Gentile (15) fa 2/2, Schroeder soltanto 1/2, e qui Gallo si traveste da supereroe con un canestro dalla media per il pari a meno di 5” dalla fine. Un canestro che Danilo bissa in overtime, dove dopo l’uscita per falli di Bargnani e il 2/2 dello stesso Gallinari (su due rimbalzi d’attacco di Aradori) l’ala di Denver fa l’84-82 a giochi rotti da 40” dalla fine. Schroeder deraglia, e sulla palla persa Belinelli firma la tripla del ko (87-82). Italia a Lilla e domani pomeriggio battendo la Serbia sarà addirittura primo posto. Troppa grazia, forse, per chi è stato a pochi secondi dal rischio eliminazione, ma di certo l’Italia oggi fa paura.

CORRIEREDELLOSPORT.IT