Galliani: “Basta, da domani farò la guerra per la tecnologia”

Galliani

Non solo Giampaolo Pozzo. Anche Adriano Galliani. Ma se il presidente dell’Udinese accusa Valeri, l’a.d. del Milan reclama a gran voce la tecnologia. “Non voglio colpevolizzare l’arbitro, ma ci sono gli strumenti. Si vede che il colore bianconero condiziona un po’…” ironizza il dirigente rossonero commentando il gol-non gol di Rami nel primo tempo, che l’arbitro Valeri non ha convalidato. “Da domani – ha aggiunto Galliani – comincerò la battaglia per introdurre la tecnologia in campo.

Con la tecnologia si può capire subito se è gol oppure no. L’occhio umano può fallire, quindi compriamo queste macchine e usiamole. Tutti gli sport ne usufruiscono, non capisco perché nel calcio sembra che si parli di eresia”. Soddisfatto della partita dei rossoneri: “Un ottimo Milan, il signor Menez è un ultra nove. Non doveva giocare, perché questa mattina non si sentiva bene, aveva la febbre. Bene anche il centrocampo, questi tre punti ci spingono in classifica”.

PIPPO FELICE — Filippo Inzaghi torna a sorridere a 32 denti. Lui e il suo Milan non vincevano più dal 3-1 di Verona (19 ottobre). Difficile nascondere la soddisfazione. “E’ stata la migliore prestazione del Milan in questa stagione. E il pubblico si è divertito: siamo sulla strada giusta”. Sul gol-no gol di Rami getta acqua sul fuoco: “Oggi non penso che un episodio potesse condizionare una partita che è stata bella dall’inizio alla fine”. E rivela: “Durante la partita il presidente ha chiamato Galliani dicendo che si stava divertendo a casa. Insomma per tornare quelli che eravamo ci sono due strade, il gioco e il lavoro. Oggi ci sono tanti motivi di soddisfazione, c’erano tanti giocatori all’esordio. Van Ginkel e Armero era tanto che non giocavano. Sono felice per loro. Sono felice per come è entrato Pazzini, ci darà una grande mano. Sono contento per il rientro di Montolivo. Oggi avevamo fuori 5/6 titolari, questa è la risposta più importante”.

 

GAZZETTA DELLO SPORT