Furia Mancini sugli arbitri: «Somari»

MANCINI_INTER_ALL

BOLOGNA – Quando l’arbitro Banti, nei minuti finali, lo ha espulso, Roberto Mancini è sbottato verso il quarto uomo: «Ma cosa gli ho detto? Somari!», come hanno mostrato le immagini trasmesse dalle Tv dal campo. L’ira del tecnico dell’Inter era partita dal cartellino rosso di Felipe Melo e così ha poi commentato a Sky Sport e Mediaset Premium: «L’arbitro mi ha detto che il fallo di Felipe Melo era un fallo tattico e andava punito. Non mi ha convinto per niente, per me l’espulsione non c’era: il calcio è un gioco di contatto, non si può continuare a mandare fuori gente così. Vogliamo migliorare il calcio e fischiamo 50 falli a partita? Secondo me certi contatti vanno lasciati correre, il contatto fa parte di questo sport. Credo che le espulsioni in generale siano troppe, due delle nostre tre di quest’anno non c’erano. Sulla mia espulsione, invece, bisogna chiedere all’arbitro, perché io non ho detto niente, assolutamente niente. Con Banti ci eravamo già incontrati e siamo stati già sfortunati: da arbitro di porta contro la Fiorentina ci aveva dato un rigore contro dopo due minutiCosa ci siamo detti? No, niente di particolare, ma neanche lui sa perché mi ha espulso».

«MEGLIO IN DIECI» – Ma dopo l’uscita dal campo del brasiliano, in inferiorità numerica l’Inter si è accesa all’improvviso: «Il secondo tempo lo abbiamo iniziato molto meglio rispetto al primo. Siamo rimasti anche in dieci, forse come diceva Liedholm in dieci si gioca meglio.Icardi? I momenti difficili li passano tutti. Per Icardi e Jovetic ci vuole tempo, hanno giocato molto poco insieme, devono conoscersi di più e anche apprezzarsi anche di più».

CORRIEREDELLOSPORT.IT