Fumo, pronto il nuovo decreto: sigarette vietate con minori a bordo. Via i pacchetti da 10

DIVIETO FUMO

In Italia il fumo provoca 83mila vittime l’anno, per un totale di 6milioni di persone nel mondo. Per questo il ministero della Salute è sceso in campo con una serie di divieti che saranno introdotti con il recipimento della direttiva Ue sul fumo. Il fumo è “uno dei principali problemi, se non il principale, di salute pubblica mondiale, ed è la prima causa di morte, per malattie correlate, in Italia e in Europa. Per questo, su tale tema, ci devono essere campagne continue di sensibilizzazione destinate ai cittadini e soprattutto ai giovani”, ha detto il ministro Lorenzin presentando la campagna.

TUTTE LE NOVITA’ – Sigarette, tabacco da arrotolare e tabacco per pipa ad acqua recheranno le nuove “avvertenze combinate” relative alla salute composte da testo, fotografie ad immagini forti e informazioni per dissuadere i consumatori. Le avvertenze occuperanno il 65% (e non solo il 30-40%) del fronte e del retro delle confezioni. Ci sarà anche il messaggio ‘Il fumo del tabacco contiene oltre 70 sostanze cancerogene’. Vietato l’uso di additivi che rendono più “attrattivo” il prodotto del tabacco e sono aboliti i pacchetti da 10 sigarette e le confezioni di tabacco da arrotolare contenenti meno di 30 grammi di tabacco. Sulle confezioni saranno vietati tutti gli elementi di tipo promozionale. Viene introdotto un sistema europeo di localizzazione e tracciabilità delle confezioni dei prodotti del tabacco, al fine di combatterne il traffico illecito. Vietate la vendita on line trasfrontaliera di prodotti del tabacco e sigarette elettroniche. Infine ci saranno altri divieti, non previsti dalla direttiva, come quello di vendita ai minori di sigarette elettroniche con presenza di nicotina, divieto di fumo in autoveicoli in presenza di minori e donne in gravidanza, divieto di fumo nelle pertinenze esterne degli ospedali, inasprimento delle sanzioni per la vendita ai minori fino alla revoca della licenza.

Quotidiano.net