Francesco Greco nuovo procuratore di Milano

GRECO

Roma – Francesco Greco e’ il nuovo capo della Procura di Milano. Lo ha nominato questo pomeriggio il plenum del Csm a larga maggioranza. Greco, fino ad oggi aggiunto a Milano, ha avuto la meglio sull’altro candidato, Alberto Nobili (anch’egli procuratore aggiunto dell’ufficio giudiziario milanese). La candidatura di Giovanni Melillo, capo di gabinetto del Guardasigilli Andrea Orlando, era stata ritirata in apertura di plenum.

E’ stata un’ampia maggioranza quella emersa in plenum per la nomina di Greco: in suo favore (17 preferenze) hanno votato l’intero gruppo di Area e quello di Unicost, cosi’ come i laici Zanettin, Fanfani, Balducci, Casellati e Balduzzi. Hanno scelto di astenersi dal voto, invece, il primo presidente e il pg di Cassazione, Gianni Canzio e Pasquale Ciccolo: entrambi hanno motivato la loro scelta spiegando che avrebbero preferito la nomina di Melillo, la cui candidatura e’ stata ritirata proprio ad inizio plenum. Simili ragioni sono alla base anche dell’astensione del laico di Ncd Leone. I 3 togati di Magistratura Indipendente hanno invece sostenuto Nobili, votato anche dal rappresentante di Autonomia&Indipendenza Aldo Morgigni. Non ha partecipato al voto il vicepresidente Legnini ed era assente all’intera seduta il laico Zaccaria.

Ex Pm del Pool Mani pulite, sessantacinque anni, in magistratura dal 1977, Greco prende cosi’ il posto lasciato vacante da Edmondo Bruti Liberati, andato in pensione il 16 novembre scorso. Toga esperta nel contrasto alla criminalita’ economica e finanziaria, il nuovo capo della Procura di Milano, anche dopo gli anni di Tangentopoli, e’ stato titolare di alcune tra le piu’ importanti inchieste milanesi, quali i procedimenti su Parmalat per aggiotaggio, sulle scalate ad Antonveneta e Bnl, le inchieste sul San Raffaele e sulla Fondazione Maugeri, i casi Ilva e Mps, nonche’, piu’ di recente, delle verifiche fiscali su Google, Amazon e Apple. Greco ha svolto funzioni di pubblico ministero sempre alla Procura di Milano, dove presta servizio dal 1979 e dove, dal 2008 ad oggi, e’ stato procuratore aggiunto.

AGI