Flagello maltempo sul centro Italia a Roma codice rosso chiuse le scuole

MALTEMPO PIOGGIA 1

I bambini restino al sicuro a casa, le scuole oggi sono chiuse. E gli adulti escano solo se devono, per lavoro o gravi necessità. Evitino di usare la macchina, ma anche i sottopassi, le aree soggette ad allagamenti. L’allerta meteo arriva al centro Italia e Roma si prepara a una giornata, forse due, «senza precedenti, eccezionale», le parole del prefetto Giuseppe Pecoraro che per precauzione ha chiesto di chiudere tutte le scuole. «State a casa, evitate di prendere l’auto, uscite solo se necessario», l’appello del sindaco Ignazio Marino, la cui presenza oggi a Milano all’assemblea dell’Anci è ormai in forse. Nella capitale è allarme rosso, gli esperti della Protezione civile parlano di criticità massima per rischio idrogeologico in buona parte del Lazio. Si temono le bombe d’acqua, quelle che hanno messo in ginocchio Roma a gennaio 2014, ma che avevano già lasciato il segno con l’alluvione dell’ottobre 2011.
Oggi e domani sono le giornate a rischio. Attese precipitazioni per 100 millimetri, un decimo di quelli che cadono su tutto il territorio regionale in un anno, con una concentrazione possibile di 6-12 cm di pioggia in poche ore.
LE ZONE CRITICHE
Roma nord e Roma sud ovest, vie consolari e Grande raccordo anulare le zone più critiche, sorvegliate speciali. Monitorata la Panoramica, particolarmente colpita dalle precipitazioni dello scorso inverno. Chiusi siti archeologici, cimiteri, gli atenei della Sapienza e di Roma Tre. Aperti per facilitare la mobilità urbana, i varchi di accesso alla zona a traffico limitato. Allertati Anas, vigili del fuoco e tutte le forze dell’ordine. Tutti i vigili saranno in strada compreso il comandante Clemente e i dirigenti. Al lavoro una task-force di 800 operatori allestita dal Campidoglio, che darà man forte ai 1200 volontari schierati dalla Protezione civile regionale con 70 idrovore, motopompe, pick-up e autobotti. In alcuni municipi sono già state individuate decine discuole che potrebbero ospitare gli eventuali sfollati.
LE FOGNATURE
A preoccupare sono soprattutto gli allagamenti dovuti al rigurgito delle fognature che potrebbero non reggere alla quantità d’acqua. Ma anche gli alberi, la loro mancata messa in sicurezza, le potature a singhiozzo, già ieri un centinaio ne sono caduti, frammenti di vetro a causa del forte vento hanno colpito una turista in via del Tritone, un controsoffitto della mensa di una scuola è crollato ai Parioli. Tragedie sfiorate anche ad alta quota. Atterraggio d’emergenza a Fiumicino per un volo proveniente da Ancona: l’aereo della Mistral Air, compagnia delle Poste che opera per Alitalia, è stato colpito da un fulmine che ha danneggiato un motore. Per i 51 passeggeri a bordo solo un po’ di spavento.
TELEFONI E CONSIGLI
Attiva h24 la sala Coc della Protezione civile, che raccoglie tutti i soggetti in campo. Per informazioni o segnalazioni contattare la sala operativa al numero verde 800854854. Sul sito della Prefettura i consigli della protezione civile in caso di allerta e alluvione. «Proteggi i locali al piano strada, non dormire né soggiornare nei seminterrati, valuta bene se mettere al sicuro l’automobile o altri beni: può essere pericoloso, limita l’uso del cellulare: tenere libere le linee facilita i soccorsi, tieniti informato».

Il Messaggero