Firenze, donna crocifissa Il cadavere legato a una sbarra

POLIZIA 6

Il corpo è stato rinvenuto sotto un cavalcavia. Sul posto la polizia scientifica.

Macabro ritrovamento questa mattina a Ugnano, alle porte di Firenze. Il cadavere di una donna, Andrea Cristina Zamfir, 26enne romena, è stato rinvenuto in una strada secondaria che conduce al cimitero, sotto un cavalcavia, legato a una sbarra. A chiamare la polizia è stato un passante che si trovava nella zona al confine tra Firenze e Scandicci, alla periferia ovest del capoluogo toscano. “Era nuda e inginocchiata, legata a una sbarra orizzontale, a braccia larghe come se fosse crocifissa”. I polsi erano immobilizzati con del nastro adesivo da pacchi e ai piedi indossava le scarpe. I suoi abiti, invece, sono stati individuati a circa un chilometro di distanza, all’imbocco della strada.

Le cause della morte, avvenuta probabilmente la notte scorsa, non sono ancora chiare. E’ stata identificata grazie agli effetti personali come il cellulare.

IL PRECEDENTE – Lo strano episodio ha un inquietante precedente, verificatosi un anno fa. Nello stesso posto e nella stessa posizione in cui è stato trovato il cadavere della donna questa mattina alla periferia di Firenze, era stata ritrovata una prostituta violentata e rapinata, infine legata a una sbarra. La donna era viva ed era stata salvata. Era un’italiana di 46 anni, vittima della furia di un cliente.

L’UNIONE SARDA