Fiorentina, Sousa: “Orgoglioso dei miei. La Juve ha una grande difesa”

PAULO_SOUSA

Alla vigilia del big match contro la Juve Paulo Sousa aveva dichiarato: ”Battere la Juve per continuare a sognare”. Per la Viola è invece arrivata una sconfitta. Netta. Bruciante. E il tecnico portoghese non si nasconde. “Siamo consapevoli delle nostre forze. Non era facile giocare contro la Juve. Dobbiamo dare continuità al nostro gioco. Siamo stati in partita. Abbiamo giocato comunque bene. Controllato il gioco. Nel secondo tempo non siamo però riusciti a concludere la mole di gioco che abbiamo costruito. La difesa della Juve, anche con gli esterni, chiudeva bene. E contrattaccava Che cosa è mancato? Non dovevamo lasciare spazi al contropiede”.

RITORNO DA EX — “Emozionato a ritornare a Torino? Qui ho vissuto dei bei momenti. Non lo nego”, confessa il tecnico Viola, “ma oggi ero solo concentrato sul mio lavoro. Sulla partita”. E alla domanda se non esclude di potere allenare la Juve in futuro, Sousa ha risposto secco: “Sono contento a Firenze. Penso solo alla Viola. Ci stiamo divertendo. E continuiamo a sognare”. L’allenatore ha poi stilato una sorta di classifica delle avversarie che al sua squadra ha affrontato: “La squadra più matura è la Juve. Ha un ottimo collettivo. E grandi individualità. Poi Napoli e Roma”. Inter non menzionata.

La Gazzetta dello Sport