Finalmente Djokovic-Nadal

Djokovic

Il quarto più atteso è finalmente arrivato, ma che paura. Il cammino per Rafa Nadal e Nole Djokovic – che oggi si affronteranno nel terzo incontro del Centrale (intorno alle 16) – è stato abbastanza tortuoso nella giornata di ieri, soprattutto per il maiorchino che ha dovuto ribattere, colpo su colpo, alle sfuriate del giovane terribile Nick Kyrgios. L’australiano con origini greche, che non fa della simpatia il suo biglietto da visita, ha comunque conquistato gli applausi del Foro Italico mostrando l’enorme talento di cui è fornito e anche qualche reazione un pochino sopra le righe. Una testa calda sicuramente che usato la sua sfrontatezza per tenere testa a Rafa riuscendo a strappargli il primo set al tie break dopo essersi concessi e restituiti un break per parte nel primo e nel secondo gioco.

La reazione dello spagnolo si è fatta sentire forte e chiara nella seconda partita in cui si è imposto con un netto 6-2. Più difficile il terzo set, nonostante Nadal fosse riuscito ad andare avanti di un break nel terzo gioco. Kyrgios non ha lasciato spazio d’errore al suo avversario meritandosi i tanti applausi che lo hanno accompagnato verso gli spogliatoi al termine del match. «Sto giocando bene, mi sembra di essere a un buon livello. Oggi era importante vincere contro un avversario difficile – le parole del maiorchino – quando si perde un set ci si preoccupa un po’. Chi pensa il contrario sta mentendo anche perché con un giocatore come Kyrgios con grandi colpi, un super servizio e che gioca aggressivo è difficile giocare. È stato solido durante tutto l’incontro».

Inevitabile la delusione del suo avversario: «Penso che questa è una delle partite in cui ho servito peggio nell’anno. La partita poi si è decisa in pochi punti – le parole di Kyrgios -, nonostante questo sono contento di essere arrivato in fondo fino al terzo set. La fiducia in vista del Roland Garros non manca». Primo set shock anche per Novak Djokovic. Il numero uno del mondo si lascia portare a fondo dal Thomas Bellucci – lo stesso giocatore che lo aveva trascinato al terzo set anche lo scorso anno agli Internazionali BNL d’Italia – senza vincere nemmeno un game. Il serbo non si fa particolarmente impressionare dallo scivolone iniziale e rimette a posto il brasiliano nei due set successivi, chiudendo con un netto 6-3 6-2. Il campione in carica oggi dovrà difendere il suo titolo nella finale anticipata contro Nadal.

Nel maschile non ha avuto problemi il numero due del tabellone Andy Murray che si è sbarazzato di Jeremy Chardy (6-0 6-4) e oggi se la vedrà con David Goffin. Il belga per accedere ai quarti ha compiuto un vero e proprio miracolo contro Thomas Berdych rifilandogli un doppio 6-0. Altra eliminazione eccellente è quella di Stan Wawrinka per mano di Juan Monaco in tre set (6-7 6-3 6-4). Saluta il Foro Italico anche David Ferrer sconfitto da Lucas Pouille (6-4 6-1). Prosegue dunque l’avventura romana del francese ripescato come lucky loser per il ritiro di Tsonga.

Il Tempo