FI: Toti, “Berlusconi non puo’ non andare in Tv; figli candidati? lo escludo”

In vista del 10 aprile “dovrebbero essere preoccupati tuti i democratici di questo paese: per la prima volta in una democrazia un leader viene messo fuori campo non dagli elettori ma da una sentenza della magistratura”. Lo ha detto Giovanni Toti, di Forza Italia, ospite stasera a “Che tempo che fa”. “Non vedo come mai Berlusconi non possa parlare, qualunque sia la decisione del tribunale”, ha aggiunto, “non possa andare in televisione, essere la guida dei moderati come e’ stato negli ultimi 20 anni”. “Escluderei” una candidatura di uno dei figli, ha detto ancora Toti, “per queste elezioni, per quanto mi e’ dato” di sapere. Il Pd vive in un “Congresso permanente”, per cui l’Italicum “ora e’ parcheggiato al Senato e secondo il Pd dovremmo attendere prima la riforma di Palazzo Madama. Perche’ dovremmo, secondo logica? Approviamo le due cose una fila all’altra, casomai”. Lo ha detto Giovanni Toti, di Forza Italia, ospite stasera a “Che tempo che fa”.
“Potremmo approvare l’Italicum nel giro di cinque giorni”, ha proseguito, “e allora mi chiedo se non sia il Pd ad aver paura di andare a votare”. E, in ongi caso, la riforma del Senato “e’ roba veramente brutta, se noi facciamo quella riforma facciamo un danno al paese”.

AGI