Felipe Anderson tra i primi a rientrare. E Djordjevic scalpita

?????????

Uscire tra i fischi del pubblico è stato abbastanza inusuale per Felipe Anderson, soprattutto per il giocatore visto negli ultimi tempi. Non che quelli del pubblico del Castellao in Brasile fossero indirizzati a lui, ci mancherebbe. Anzi, è l’esatto contrario, perché i tifosi verde-oro avrebbero voluto vedere in campo il talento della Lazio (così come gli altri “big” Rafinha, Lucas Silva, Allison e Wendell) già dal primo minuto. L’allenatore della Seleçao under 23 Alexandre Gallo invece ha optato per una formazione sperimentale contro i pari età del Messico e il risultato è stato uno scialbo 0-0.

FELIPE ANDERSON: “FARE BENE NELLA LAZIO PER ANDARE ALLE OLIMPIADI”  –  A nulla sono serviti gli ingressi nel secondo tempo di Felipe Anderson&company: “I tifosi brasiliani sono esigenti e impazienti  –  spiega il numero 7 della Lazio  –  vogliono vedere sempre tanti gol e buone giocate. Purtroppo non siamo riusciti a giocare come sempre, ma la prestazione è stata comunque positiva”. In certi contesti la pressione è inevitabile e il giocatore biancoceleste lo sa bene: “Quando giochi in Nazionale è normale ci siano aspettative. Siamo abituati. Spero solo vi vincere e continuare a fare bene con la Lazio per essere convocato di nuovo. Vogliamo conquistare la medaglia d’oro alle Olimpiadi, un trofeo che al Brasile manca. Ognuno di noi è ben concentrato per lavorare sodo nel suo club ed entrare del gruppo che farà parte della spedizione”.

MORRISON IN RITARDO, DJORDJEVIC PROSEGUE IL RECUPERO – Sarà stato contento Pioli, che potrà riabbracciare il brasiliano tra martedì e mercoledì. Felipe Anderson sarà uno dei primi nazionali a tornare in gruppo e mettersi a disposizione per lapartita di campionato con il Cagliari. Intanto il tecnico si allena con i giocatori rimasti a Formello, non con Morrison che ancora non è in condizione. In mattinata l’inglese si è anche sottoposto ad alcuni accertamenti in clinica Paideia, dovrà aspettare qualche giorno prima di aggregarsi al resto del gruppo. Bene invece il recupero di Djordjevic, che continua il suo lavoro differenziato e dovrebbe tornare ad allenarsi a pieno ritmo con la squadra tra due settimane.

LA REPUBBLICA