Europee, Renzi: per il governo non cambia nulla dopo il voto

MATTEO RENZI 3

“Purtroppo o per fortuna, anche se il Pd arrivasse primo alle europee, ipotesi alla quale credo perché se siamo il primo partito è più forte la nostra forza a livello di Europa, non cambierebbe niente, neanche in positivo, per me”. Così Matteo Renzi intervistato su Rtl. Il presidente del Consiglio ha sottolineato che “non è che quella legittimazione che deriva dalle elezioni arriva dalle elezioni europee”. Rivendicando la “legittimità costituzionale” del proprio incarico, perché “in Italia il presidente del consiglio è eletto dal parlamento”, Renzi, che è andato a Palazzo Chigi senza passare dalle urne, ha però sottolineato che “è chiaro che questo non avrà mai il lasciapassare delle elezioni finché non si va alle elezioni politiche”.

“Da lunedì non cambia niente per il governo italiano, rimane pari pari quello di ora, invece cambia l’Europa, per questo dico ai cittadini: aiutateci a cambiare l’Europa”.

Poi a commento delle polemiche di ieri, il Leader del Pd ha detto: “Grillo e Berlusconi se le stanno dicendo di tutti i colori, li lascio fare: noi abbiamo da governare. Loro possono passare il loro tempo così, sono due affermati professionisti dello show capaci di dirsi di tutto e il giorno dopo far finta di niente. Io ho da governare con il governo e con gli italiani”. Così il premier Matteo Renzi a Rtl a in vista delle europee.

Renzi ha citato la sua visita di ieri a Bari e la realtà di tante realtà “che danno speranza e lavoro” al sud, come “un’azienda tedesca che ha investito ieri 50 milioni di euro a Modugno per nuovi posti lavoro e con il capo farmaceutici italiani un accordo che assumeranno 1500 neolaureati. Questo mi interessa. Se poi si vogliono dare di Hitler e dintori facciano loro, mi fa un po tristezza, ma noi abbiamo da governare. Occorre occuparsi di Europa, non insultarsi dalla mattina alla sera”.

TMNEWS