Elezioni amministrative 2016: A Milano testa a testa Sala-Parisi. Vola Raggi a Roma, Giachetti strappa ballottaggio.

virginia-raggi-candidata-sindaco

I 5 stelle sfondano a Roma e ottengono un lusinghiero risultato a Torino, tallonando il sindaco uscente Piero Fassino. In nessuna città metropolitana viene eletto il sindaco al primo turno. Unica eccezione Cagliari dove il candidato del centrsoinistra, l’uscente Massimo Zedda sembra lanciato verso una vittoria al primo turno.

Dati che fanno esultare i grillini e che mettono in allarme il Pd che patisce fino all’ultimo a Roma dove alla fine Roberto Giachetti la spunta su Giorgia Meloni e ottiene il ballottaggio. Nella seconda città simbolo, Milano, è testa a testa tra Giuseppe Sala e Stefano Parisi che esulta per un risultato che comunque considera lusingiero rispetto alle aspettative iniziali. A Napoli Luigi De Magistris stacca il candidato di Fi-Lega Gianni Lettieri, che al momento è in pole rispetto a Valeria Valente per il ballottaggio con il sindaco uscente. A Torino il sindaco uscente Piero Fassino si attesta al primo posto superando il 40% ma anche in questa città c’è la sorpresa M5s con Chiara Appendino che ottiene comunque un ottimo risultato e conquistando un posto per il ballottaggio del 19 giugno.

Nessuna sorpresa a Bologna dove il candidato del centrosinistra Virginio Merola toccail 40%, praticamente doppiando il candidato della Lega Lucia Bergonzoni. Tutto come previsto anche a Varese dove il candidato del centrodestra, Paolo Orrigoni, supera il 46% e a Ravenna dove quello del centrosinistra Michele de Pascale si attesta al 42,3%.

Bassa l’affluenza alle urne che è stata del 62,14%. Nelle precedenti omologhe aveva votato il 67,42%. Alle precedenti omologhe era andato alle urne il 71%

“Dai primi dati in nostro possesso – ha detto Guerini spiegando che si attende il risultato incerto di Roma e Napoli- abbiamo tendenze molto chiare che vedono situazioni positive a Milano, dove Sala è in testa saldamente contro il candidatod el centrodestra unito, a Torino, Bologna, in numerosi altri comuni”.

“Capisco che l’attenzione sia sulle grandi città ma su 1300 comuni al voto il Pd sia in alleanze politiche che con realtà civiche probabilmente governerà almeno 800 comuni di questa realtà”. Lo ha detto il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini parlando nella sala stampa del Nazareno.

Matteo Salvini si dice fiducioso di andare al ballottaggio sia a Roma sia a Bologna. Ma, ha spiegato il segretario della Lega in via Bellerio, dove non ci saranno candidati della Lega o sostenuti dalla Lega, se mi chiedessero come voterei io direi tutto tranne che il Pd”. Secondo Salvini, “quello che si capisce dai dati che arrivano è che Renzi ha preso una bella mazzata”.

“A Milano la sfida è tutta aperta fra quindici giorni: zero a zero e palla al centro, c’è una città da rilanciare”. Salvini commentando i primi risultati della comunali in via Bellerio ha ribadito che invece “a Roma Berlusconi ha sbagliato pesantemente e ha aiutato la sinistra, a prescindere da chi andrà al ballottaggio” tra Roberto Giachetti e Giorgia Meloni.

“Spero di giocarmela al ballottaggio e per noi è un motivo di orgoglio giocarcela senza soldi e amici nella grande stampa e arrivare davanti o dietro ma comunque potersela giocare con i 5 stelle è eclatante”, ha detto Salvini.

ANSA