Ecco i soldi per Astori

Davide Astori

Astori prima di tutto e allora Lotito sfrutta i buoni rapporti con l’Udinese per rinviare di fatto l’acquisto definitivo di Dusan Basta. Il laterale serbo arriva infatti alla Lazio ma solo in prestito con diritto di riscatto obbligatorio (quando il giocatore scenderà in campo per la prima volta, anche solo per un minuto, scatterà la clausola). Tutto nelle regole, in pratica non essendoci più le comproprietà è questo l’unico modo per aggirare il pagamento immediato. Motivi fiscali, nulla di più e così la Lazio pagherà 4,8 milioni per Basta solo nel prossimo giugno.

Il presidente biancoceleste, quindi, ha la possibilità di rilanciare per Davide Astori, primo obiettivo per la difesa. Otto milioni chiede la società sarda, per ora si è arrivati a 5,5 milioni con la pericolosa concorrenza dell’Inter. Ma la volontà di Lotito è di provare a prendere il difensore centrale che piace tanto anche al tecnico Pioli. Nel weekend sarà sferrato un nuovo attacco tanto più che l’incontro di ieri tra gli agenti di Astori e il Cagliari ha partorito l’unica via possibile: la cessione per non perdere a zero tra dodici mesi il difensore. C’è voglia di chiudere per certificare quel «quinto rinforzo» (Candreva compreso) presente nel comunicato di mercoledì del numero uno biancoceleste.

Ma Astori non è l’unico fronte caldo anche perché alla Lazio servono due centrali dopo la partenza di Biava e Dias che hanno retto la baracca nelle ultime tre stagioni. Domani Lotito sarà a Forte dei Marmi per vedere Preziosi (ci saranno pure Galliani e Cairo), si parlerà della elezioni del nuovo presidente federale ma è noto che la Lazio vanta un credito di 4-5 milioni col Genoa per le operazioni Matuzalem, Bizzarri e Sculli. Il presidente rossoblu offrirà nuovamente il difensore Da Maio (27 anni) che però non piace più di tanto a Formello.

In Francia scrivono di una presunta offerta di 5 milioni per Lucas Mendes (brasiliano del ’90) ma non è vero. Il giocatore non dispiace al diesse Tare, per ora viene considerato solo un’alternativa ad Astori giocando nel centro-sinistra. Come Martin Hinteregger, 22enne austriaco del Salisburgo, pure lui mancino e quindi eventuale opzione in caso di fallimento dell’affare per il difensore italiano.

Sul centro-destra la situazione è nota: il preferito è Stefan De Vrij, olandese del Feyenoord nelle ultime ore vicino al passaggio al Manchester United del suo mentore Van Gaal. Ma non è detta l’ultima parola, c’è la convinzione di avere qualche carta in mano per battere la qualificata concorrenza. A Formello prevale l’ottimismo soprattutto se il giocatore confermerà la parola data circa un mese e mezzo fa quando era stato a Roma e aveva visitato il centro sportivo biancoceleste. Il piano B prevede un ritorno su Paletta oppure un mister x, un nome mai fatto sui cui il diesse starebbe lavorando da tempo.

In ogni caso si punterà sul rilancio di Cana e Novaretti che resteranno alla Lazio con l’ok di Pioli così come Radu. Il candidato a partire è Ciani ma anche su questo non si possono escludere colpi di scena visto che le richieste non sono così allettanti per il gigante francese. Sul fronte cessioni sono tanti in partenza, a cominciare da Onazi che ha tanti estimatori anche in Bundesliga oltre che in Premier. Da piazzare pure Cavanda, Pereirinha e Gonzalez anche se la priorità è riuscire a prendere Astori. Il prima possibile.

IL TEMPO