E Benitez urla la sua gioia «Ora puntiamo alla Roma»

SSC Napoli v Bologna FC - Serie A

I napoletani volevano togliersi lo sfizio di battere la Juve. Ci sono riusciti ed hanno festeggiato per tutta la notte. «Se fossero stati vicini al campo, come a Liverpool, sarebbe stato ancora più bello», ha detto a fine gara Rafa Benitez. Il suo Napoli ha giocato una partita praticamente perfetta. La migliore, probabilmente, dell’intera stagione.

Scintille Anche lui, Benitez, non è mai stato così in partita. In panchina sembrava tarantolato, si vedeva lontano un miglio che questa sfida aveva un significato particolare. Addirittura, quando Inler è stato ammonito per un fallo su Chiellini, il tecnico spagnolo si è messo a discutere animatamente con il difensore juventino che era a bordocampo per cambiare la maglia: «Sei sempre lo stesso», avrebbe detto Rafa all’indirizzo del centrale della Nazionale, reo a suo dire di aver simulato.

Soddisfatto Il Napoli di Benitez è stato bello, bellissimo. Rafa non può che essere soddisfatto: «Si può sempre migliorare, ma abbiamo fatto una prestazione di altissimo livello. La chiave è stato il nostro palleggio». Benitez imita Garcia e guarda avanti: «Noi puntiamo alla Roma come del resto loro puntano al primo posto». La Juve, invece, resta 17 punti più avanti: «La differenza in classifica si spiega con la rosa della Juventus, che ha qualcosa in più. Basti pensare che senza Tevez loro possono schierare Osvaldo e poi Vucinic. Nella singola partita, invece, abbiamo dimostrato di essere alla loro altezza. Certo, avere l’intensità mostrata contro i bianconeri non è facile quando si è impegnati su tre fronti e, ripeto – conclude nel dopo gara l’allenatore degli azzurri-, non si ha un organico come quello dei bianconeri».

Da Mondiale Non ha segnato, ma Insigne ha giocato all’altezza dei suoi compagni di reparto Mertens e Callejon: «Sono felice, è un successo importantissimo per la classifica, abbiamo praticamente messo al sicuro il terzo posto. Adesso continueremo a lottare per la seconda posizione». E lui ha un obiettivo preciso: «Sto dando il massimo con la maglia del Napoli per andare al Mondiale. Prandelli mi sta seguendo e spero di essere premiato da una sua convocazione». Hamsik «gufa» la Roma: «Vedremo che farà mercoledì. Intanto, abbiamo battuto la Juve e non era facile. Le mie ultime prestazioni sono positive, il gol arriverà».

GAZZETTA DELLO SPORT