Dzeko e Salah trascinano i giallorossi col Liverpool

DZEKO

Il sorriso di Dzeko, con gol annesso, l’esplosività di Salah, ma soprattutto la prestazione di Paredes. L’amichevole con il Liverpool ha detto tante cose della nuova Roma, che è piaciuta solo a metà a Spalletti. Eppure la squadra è sembrata avere le gambe a posto ed è un fattore fondamentale in vista dei preliminari di Champions in programma tra meno di due settimane. Il centrocampista argentino ha recuperato più palloni (8) di tutti e ne ha anche smistati di più (49): così sta conquistando tecnico e tifosi. Proprio da un lancio di Paredes è nata l’azione del 2-1 finale giallorosso, firmato dall’attaccante egiziano dopo un colpo di testa respinto di Dzeko, che la partita l’aveva sbloccata con un tiro da fuori. Da mettere a punto c’è la difesa, ma non è una sorpresa: la rete di Ojo ha messo in evidenza le difficoltà di un reparto incompleto. Alisson, invece, è stato applaudito da Klopp: «Noi stanchi, ma loro hanno un ottimo portiere». Poi da Spalletti: è uno da Roma, possiamo contare su di lui. Nel primo tempo abbiamo avuto poca personalità». Subito un altro test per i giallorossi, che ieri hanno lasciato il Missouri e sono volati in Canada, dove stanotte (1.30) sfideranno il Montreal Impact.

IL TEMPO