Draxler o Goetze, Allegri aspetta il trequartista

ALLEGRI_JUVENTUS

C’è anche il Manchester United su Llorente. Secondo il Daily Mirror, la trattativa con la Juventus è appena cominciata, ma già si avverte molto ottimismo dalle parti dell’Old Trafford. Il Re Leone è con il suo connazionale Pedro e il tedesco Müller tra le primissime scelte del manager Van Gaal, chiamato a rimpolpare un reparto avanzato che, persi Van Persie e Falcao, si prepara a salutare anche Di Maria. In corso Galfer già assaporano il gusto di un’altra maxi-plusvalenza, dopo quella da oltre 30 milioni messa a segno con la cessione (presto ufficiale) di Vidal al Bayern Monaco. Arrivato a Torino a costo zero nel 2013, Llorente è infatti valutato dal club bianconero intorno ai 12 milioni. Il navarro con la valigia, corteggiato anche da Porto e Real Madrid, sarebbe però più attratto dall’idea di traslocare alla Casa Blanca, dal suo estimatore Benitez.

Capitolo trequartista. La Juve ha fretta di chiudere: vuole consegnare ad Allegri il nuovo fantasista prima del 2 agosto, il giorno in cui la squadra partirà alla volta della Cina per la Supercoppa italiana in programma l’8 agosto a Shanghai contro la Lazio. Le quote di Draxler sono in continuo rialzo, quelle di Goetze sembrano stabili, mentre cala vertiginosamente De Bruyne, valutato 60 milioni da quel Wolfsburg già piuttosto disturbato dall’imminente partenza di Perisic con destinazione Inter. Il nome più o meno nuovo è quello di un interprete low-cost, Sneijder, per il quale sarebbero stati offerti 6 milioni al Galatasaray. Detto del ritorno di fiamma per l’ex nerazzurro, già sondato a gennaio, il cerchio bianconero si sta stringendo soprattutto intorno a Draxler. Il centrocampista offensivo tedesco ha aperto alla Juve. Il suo procuratore ha smentito la richiesta di 5 milioni di ingaggio, più del doppio di quanto il suo assistito guadagna allo Schalke 04. L’intesa dovrebbe arrivare intorno a quota 3,5 milioni più bonus, dopodiché ci sarà da convincere il club tedesco, che ha individuato in Shaqiri l’alternativa a Draxler. A Gelsenkirchen al momento respingono l’ipotesi di un prestito oneroso con riscatto. I tedeschi spingono per la cessione a titolo definitivo tra 25 e 30 milioni, mentre i bianconeri non vorrebbero spenderne più di 20. L’affare si può fare, il gap non è certo incolmabile, ma la Juve non perde comunque di vista Goetze, il preferito di Allegri. Torinesi e bavaresi avrebbero raggiunto un accordo di massima: l’operazione-Vidal ha riportato il sereno tra i due club, che nell’estate del 2011 avevano litigato proprio per il cileno. Restano da capire le reali intenzioni di SuperMario che, nonostante certi forti attriti con Guardiola, non è convinto di lasciare il Bayern Monaco.

Qualcosa infine si muove anche a sinistra. Il Porto, si sa, è bottega molto cara: tanti, troppi gli oltre 20 milioni milioni richiesti per Alex Sandro, con buona pace del suo contratto in scadenza tra 11 mesi. La concorrenza di Atletico Madrid e Manchester City per l’esterno “basso” brasiliano ha convinto la Juve a battere alcune piste alternative, prima fra tutte quella che porta dall’ex Udinese Siqueira, 29 anni, terzino sinistro valutato una decina di milioni dai Colchoneros. Gli altri nomi sul taccuino di Marotta sono quelli del 22enne Kurzawa (Monaco) e del 27enne Schmelzer (Borussia Dortmund).

LA REPUBBLICA