Difesa da urlo Brasile avanti

Thiago Silva

Thiago Silva e David Luiz trascinano il Brasile in semifinale. I centrali segnano i due gol che decidono la partita contro una modesta Colombia, che torna in partita solo nel finale grazie a un rigore messo a segno da James Rodriguez.

Il Brasile vince con merito, ma non convince: non c’è gioia nel gioco dei brasiliani, fatto di poco estro e tanto pragmatismo, basato su una difesa granitica e sulle giocate di Neymar. Ma in semifinale, contro la Germania, i padroni di casa dovranno rinunciare a Thiago Silva, squalificato. E c’è un’intera nazione col fiato sospeso per le condizioni di Neymar, che nei minuti finali è uscito in barella dopo un infortunio. Senza Thiago Silva e Neymar, a Belo Horizonte, sarebbe durissima.

Con la Colombia il Brasile sblocca il risultato dopo 7 minuti, su azione d’angolo: Thiago Silva – liberissimo sul secondo palo – mette dentro da pochi passi con un tocco di sinistro. La Colombia prova a replicare con un destro dal limite di Cuadrado che – deviato – esce di un soffio. Fernandinho ringhia su James Rodriguez, l’arbitro lo risparmia da un cartellino giallo che appare legittimo. Neymar parte da lontano, e gioca a tutto campo, Oscar e Hulk affondano sugli esterni, Fred è il centravanti di movimento. I «cafeteros» rischiano sulle palle inattive, al 19’ Ospina deve intervenire due volte, prima sul sinistro di Hulk, poi sul destro dal limite di Oscar. La Colombia sbanda, il Brasile capisce che può archiviare la pratica. Il ritmo è altissimo, in mezzo al campo si ragiona poco e si sbaglia molto. Ospina salva ancora su una minaccia di Hulk, la Colombia sbanda, annaspa, soffre, e quando ha la possibilità di affacciarsi dalle parti di Julio Cesar, non sfrutta le rare occasioni.

Nell’intervallo Peckerman toglie Ibarbo per inserire Ramos, il Brasile torna in campo con gli stessi effettivi. La Colombia prova a tirar fuori un po’ di coraggio, ma gli spazi son pochi, e quando si alza la palla arriva la contraerei brasiliana: in area David Luiz e Thiago Silva dominano su ogni pallone. Il capitano al 63’ rimedia un cartellino giallo pesantissimo: salterà la semifinale contro la Germania. Yepes trova il gol del pareggio, ma la bandierina dell’assistente è già alzata: fuorigioco. Due minuti dopo il Brasile raddoppia: punizione telecomandata di David Luiz e palla all’incrocio dei pali. Due a zero.

La sfida sembra archiviata, ma a un quarto d’ora dalla fine Julio Cesar atterra in area Bacca: rigore. E cartellino giallo che sarebbe potuto essere anche rosso. James Rodriguez riapre la partita. Ora la Colombia spinge, trova quel coraggio che le era mancato nel resto della partita. Neymar si infortuna e esce in barella, si resta col fiato sospeso fino al triplice fischio. Il Brasile è in semifinale, ma ora c’è la Germania: tutti i brasiliani sono rivolti in preghiera verso il Corcovado, sperando nell’ennesimo miracolo di Neymar.

IL TEMPO