De Rossi: «Qualificazione è alla nostra portata»

De-Rossi

Cancellare lo scoramento per il pari-beffa subito a Mosca strappando un insperato pass per gli ottavi di Champions League. Daniele De Rossi e la Roma credono nell’impresa, ma per superare la fase a gironi dovranno prima fare i conti col Manchester City. La squadra di Rudi Garcia, che ancora non ha ricevuto la visita del presidente Pallotta sbarcato in mattinata nella Capitale, come ormai di consueto alla vigilia degli impegni europei ha lasciato Trigoria per cominciare il ritiro in un albergo non distante dallo stadio Olimpico dove domani sera si giocherà l’incontro. “Il pareggio col Cska sicuramente come è facile intuire ha lasciato scorie negative a livello morale per come è si è materializzato – ricorda De Rossi intervistato dal sito dell’Uefa -, anche se poi a livello di classifica vista la vittoria del City contro il Bayern Monaco non ha cambiato moltissimo”. Vero, ma fino a un certo punto: “Eravamo a 20 secondi da una vittoria importante che ci avrebbe permesso di giocare l’ultima partita con due risultati utili su tre– ammette il centrocampista giallorosso -, e ci siamo trovati di nuovo a dover rincorrere questo sogno che adesso come adesso è alla nostra portata, ma che è nato come un sogno perché in questo girone pensare di poter essere ancora ‘qualificabili’ era un sogno all’inizio”.

CORRIERE DELLO SPORT