Coppa Italia: ok Samp, Lazio e Di Natale out Palermo Tutti i risultati

Antonio Di Natale

I quattro giorni dedicati al terzo turno di Coppa Italia si sono conclusi ieri sera con gli ultimi incontri in programma. 

Strada in discesa per molte squadre di A, a partire dal Sassuolo che giovedì ha agevolmente superato il Cittadella per 4-1, con due reti di Sansone e sigilli di Zaza e Floro Flores. L’attacco di Di Francesco sembra già in forma campionato. Delusione, invece, per il Chievo, eliminato dal Pescara che ha vinto in casa per 1-0 grazie al gol di Maniero e ad un Fiorillo in serata di grazia, autore di almeno 3 interventi decisivi. Sorridono l’Atalanta (2-0 sul Pisa, reti di Cigarini e Spinazzola) e il Varese, vittorioso 1-0 sull’Entella con un gol proprio allo scadere di Neto Pereira, nonostante l’inferiorità numerica.

Il risultato che desta maggior stupore è la sconfitta casalinga del Palermo, battuto con un netto 3-0 dal Modena. La compagine di Iachini è stata messa ko dalle reti di Ferrari, Beltrame e Schiavone. In casa rosanero è già risuonato il primo campanello d’allarme. Sono serviti i tempi supplementari al Perugia per avere la meglio sullo Spezia: i Liguri si sono portati in vantaggio con Ebagua, poi Rabusic a 4 minuti dal termine ha riportato il match in parità e nel secondo tempo supplementare Parigini ha messo a segno il 2-1 finale. Stesso risultato per l’Avellino, che al San Nicola ha sconfitto il Bari in rimonta grazie a Pozzebon e Comi, che hanno reso inutile la rete di Ligi.

Comincia con una vittoria per 2-0 l’avventura di Zdenek Zeman a Cagliari: i Rossoblu del boemo non hanno avuto problemi contro il Catania e sono andati in gol due volte nei primi venti minuti, con Sau e Farias. Successi di misura, entrambi per 1-0, per il Genoaa Lanciano (a segno il neo-acquisto Pinilla su rigore) e del Brescia in casa contro il Latina, battuto a due minuti dal termine da una rete del bomber Caracciolo. Decisamente meno fatica ha fatto il Verona, che ha superato senza patemi in casa la Cremonese con un rotondo 3-0, che porta la firma di Toni – sempre ottimo il suo feeling con il gol – Moras e Christodoulopoulos. Sofferto, invece, il successo del neo-promosso nella massima serie Cesena sulla Casertana: 1-0 con rete nel primo tempo di Marilungo, per una squadra, quella di Bisoli che appare bisognosa di almeno un paio di innesti in vista dell’esordio in Campionato.

Goleada della Lazio, che all’Olimpico spazza via il Bassano con una pioggia di gol: 7-0 il risultato finale, maturato un po’ a sorpresa visto che nei primi 45 minuti la gara è rimasta inchiodata sullo 0-0. Nella ripresa, poi, i Biancocelesti si sono scatenati: hanno messo la loro firma sul tiro a segno Keita, doppietta per lui, Candreva, i nuovi arrivi De Vrij, Parolo e Basta, a cui si è aggiunto il timbro in pieno recupero del sempreverde Klose. Gli uomini di Pioli lanciano un messaggio forte al campionato. Tutto facile anche per l’Empoli, 3-0 al Catanzaro con due gol di Tavano e uno di Verdi, per la Sampdoria, che ha rifilato un 4-1 al Como grazie ad uno scatenato Eder autore di una tripletta e a Gabbiadini, e per l’Udinese, pokerissimo sulla Ternana. Notte di gloria per Di Natale nel 5-1 finale: il bomber dei friuliani è stato protagonista assoluto con una quaterna, completata dal gol di Thereau. Per un Totò goal che voleva smettere, difficile immaginare un esordio migliore….
Tutto rimandato a Dicembre, con gli incontri del quarto turno.

IL GIORNALE