Coppa Italia: Milan Carpi 2-1 Rossoneri in semifinale

mihajlovic

Il Milan è la prima semifinalista di Coppa Italia. Al Meazza (gara unica) ha battuto 2-1 il Carpi. Reti di Bacca (14′ pt), Niang (298 pt) e Mancosu (5′ st). In semifinale, con gare di andate e ritorno, i rossoneri affronteranno la vincente di Spezia-Alessandria.

Con l’ingombrante ombra di Marcello Lippi alle spalle Sinisa Mihajlovic si prepara a giocarsi il futuro al Milan contro il Carpi, con l’obbligo di conquistare la semifinale di Coppa Italia. “Da tre mesi vado avanti così, essere sotto esame non mi fa né caldo né freddo, non è un problema. Io sono sereno”, ha assicurato il serbo, apparentemente per nulla scosso dai rumors di un incontro fra Silvio Berlusconi e Lippi: “No, perché dovrei esserlo? Può anche non far piacere, ma la società ha detto che non era vero e tutto è finito là. Sono troppo intelligente per cadere nelle trappole. Ieri ho sentito Berlusconi, è tutto a posto”. Al di là delle smentite, trova conferme l’incontro, avvenuto fra sabato e domenica, fra il presidente rossonero e l’ex ct, che in queste ore ha ribadito di essere pronto a tornare su una panchina, “se arriva l’offerta giusta”.

Intanto Mihajlovic ha provato a riderci su. “Mi avete già cambiato, uno non si può rilassare un attimo…”, ha sorriso mentre Abbiati e Montolivo provavano scherzando a iniziare senza il serbo la conferenza stampa. Potrebbe essere l’ultima a Milanello per l’allenatore, anche se Adriano Galliani poco prima aveva giurato di voler seguire il suggerimento di Dan Peterson. “Mi consiglia di tenere duro. E allora ci proveremo”, è l’impegno annunciato dall’ad rossonero prima di lasciare in fretta la festa per gli 80 anni del coach (a cui Berlusconi offrì la guida del Milan nel 1986 dopo i successi con la Milano del basket) e dedicarsi, nello studio dell’avvocato Leandro Cantamessa, a una trattativa a sorpresa che può aprire nuovi scenari per il mercato rossonero. Dalla Cina, pare dall’Hebei Fortune FC, è arrivata infatti un’offerta da circa 12 milioni di euro per Luiz Adriano, che a 29 anni è pronto a un’avventura in Oriente con 8 milioni di euro di ingaggio, dopo solo sei mesi al Milan. Per le casse rossonere sarebbe una plusvalenza di circa 4 milioni di euro, e in attacco può essere rimpiazzato dal rientro di Mario Balotelli, convocato dopo oltre tre mesi di stop per la pubalgia.

Il pressing del Manchester United su Donnarumma è invece per giugno, quando De Gea dovrebbe trasferirsi al Real Madrid. Intanto l’ex portiere titolare rossonero Diego Lopez è vicino all’addio e in coppa Italia toccherà a Christian Abbiati, veterano e beniamino degli ultrà che glissa con un’imprecazioni sulle contestazioni della Curva Sud a Galliani (“Penso solo a giocare”) e non sottovaluta il Carpi. “Tutti ci danno già in finale, questo è un doppio pericolo”, teme Abbiati. “E’ la partita più importante della stagione”, ha aggiunto Mihajlovic, confortato dal pareggio di sabato sera con la Roma: “Abbiamo preso gol dopo 3′ e se la squadra non fosse stata compatta avrebbe mollato. Invece è rimasta in partita, con calma e alla fine avrebbe meritato di vincere”. Questa volta Mihajlovic deve vincere e basta per resistere. Intanto è in programma nei prossimi giorni in Cina una serie di appuntamenti fra i manager di Fininvest e Bee Taechaubol, che presenterà nuovi potenziali investitori cinesi interessati a entrare nell’acquisto del 48% del club. Se questi incontri avranno esito positivo, Taechaubol potrebbe tornare a Milano entro la fine di gennaio.

ANSA