Conte, messaggio a Balotelli: «Serve gente che ha fame, non fama»

CONTE_ITA_2

«La mia Italia ha fame, non fama: non ho bisogno di gente famosa, ma di calciatori che alzino la terra e facciano rizollare il campo, come si dice in gergo calcistico». Antonio Conte manda un messaggio a Balotelli e si gode la vittoria dell’Italia a Oslo. E’ felice il ct azzurro primo «perchè era tanto tempo che l’Italia non vinceva qui», secondo «perchè abbiamo preso 3 punti», e terzo «perchè si è cominciato a vedere qualcosa in termini di manovra e l’applicazione è stata quella giusta». Insomma, «in appena nove giorni abbiamo portato a casa risultati straordinari».

Ai microfoni di Rai Sport, il ct azzurro analizza la gara: «era un match che valeva tanto, non era semplice, era da tantissimo tempo che non vincevamo in Norvegia. Queste sono partite particolari e questi sono tre punti importanti. In 9 giorni abbiamo fatto cose importanti, ora dobbiamo migliorare e imparare a conoscerci per migliorare anche il gioco». Comunque, aggiunge Conte «non ricordo Buffon che si sia sporcato i guanti, mentre noi abbiamo creato situazioni pericolose per poter arrotondare. Qui non sarà facile per nessuno venire a vincere. Bisogna migliorare sul piano del palleggio ma mi è piaciuta l’applicazione». Margini per migliorare «devono esserci per forza per forza. Sono appena 9 giorni che stiamo lavorando e nessuno avrebbe pensato che in appena 8 giorni avremmo battuto Olanda e Norvegia».

IL MESSAGGERO