Conte: «La mia Juve ha stracciato i record»

CONTE_ALLENATORE

“Se mi sono piaciute le parole di Agnelli? Sì, ma oggi ho voglia di parlare solo di quello che è stato fatto in questi tre anni. Oggi festeggiamo un traguardo incredibile e storico, ottenuto tutti insieme”. Antonio Conte dribbla così le domande sul suo futuro. “Sarebbe stato più semplice non presentarmi ai microfoni, l’ho fatto per rispetto nei vostri confronti – dice rivolto al giornalista di Sky Sport – e chiedo lo stesso rispetto. Voglio evitare che una mezza frase possa diventare un boomerang, voglio solo ringraziare i ragazzi per quanto di stratosferico è stato fatto. Di futuro ne parleremo più avanti in maniera serena e tranquilla, oggi godiamoci la vittoria”.

STRACCIATO RECORD SU RECORD – “Abbiamo totalizzato 19 vittorie su 19 in casa, con la miglior difesa e il miglior attacco. Questi ragazzi hanno stracciato record su record – commenta il tecnico bianconero – Siamo orgogliosi di questo, se ne parlerà per anni. Non pensavo potessimo raggiungere un livello così alto di punti oltre a centrare lo scudetto, che era l’obiettivo primario. E i ragazzi erano già speciali con questi trionfi, questi record. Ora con 102 punti è qualcosa di difficile da superare. E’ straordinario quanto fatto da questi ragazzi, che non finirò mai di ringraziare. Non è stato difficile tirare fino all’ultimo, abbiamo fatto diventare la vittoria normalità. E tutti sono stati eccezionali: società, staff, tifosi, gruppo…”. Conte ha poi citato Rubinho tra le sorprese di questa Juve. “In tre anni ha giocato davvero poco. Sapeva che avrebbe trovato poco spazio, ma si è sempre allenato con scrupolo ed è stato sempre un elemento positivo per lo spogliatoio”.

TUTTOSPORT