Comunali a Roma, Bertolaso: “Non mollo vado avanti. Ho convinto anche mia moglie”

458258 : (Pierpaolo Scavuzzo / EIDON),  2010-11-05 Roma - Guido Bertolaso - Guido Bertolaso (archivio) - Roma 5 Nov 2010 Guido Bertolaso (archivio) Guido Bertolaso  (EIDON) - fotografo: Pierpaolo Scavuzzo / EIDON

Guido Bertolaso non si ferma e smentisce qualsiasi intenzione di mollare la corsa alla poltrona di sindaco di Roma. “Vado avanti secondo quanto prevede il mio programma”. Il centrodestra si spacca? “Non sono io che lo spacco…” Ha detto l’ex capo della Protezione civile ai microfoni di “In mezz’ora” su Rai3.
E se Berlusconi le chiedesse di farsi da parte? “Me lo avrebbe gia’ chiesto se lo avesse pensato. Sarebbe bizzarro se avvenisse adesso”, ha aggiunto.
E a Lucia Annunziata che lo incalzava sull’ipotesi ritiro risponde “Se lo scordi. Sono talmente certo di andare avanti… Ma le pare che altrimenti sarei venuto qui? diciamo che se fra un anno, quando sarò sindaco, gli impegni che sto prendendo non saranno stati mantenuti, vengo qui e lei mi mena”.

L’operazione che ha portato a Milano all’accordo tra Corrado Passera e Stefano Parisi potrebbe essere ripetuta a Roma con Alfio Marchini. “Non c’è una trattativa, magari ci sarà nei prossimi giorni, sull’esperienza del caso Passera, una bella operazione a cui ha lavorato Berlusconi – spiega l’ex capo della Protezione civile- Non è escluso che riesca a tirare fuori il coniglio dal cappello e a trovare un punto di incontro anche a Roma. Bertolaso potrebbe fare il sindaco e Marchini sarebbe un perfetto presidente del Consiglio comunale”.

Ma immediata la replica di Marchini: “Bertolaso conferma che il vecchio centrodestra non esiste più e che l’unica alternativa credibile a Roma è la Lista Marchini”.

E a proposito dei due principali avversari, Giachetti e Meloni, Bertolaso osserva che nessuno dei due si è dimesso dalla carica di parlamentare.
“Giachetti non si è dimesso da deputato e non lo ha fatto neanche Meloni. Si tengono bella ancoretta di salvataggio continuando a fare parlamentari. Se avessero veramente voglia di fare il sindaco sarebbe stato più onesto dire ci tengo tanto a farlo e sono convinto di vincere che lascio il mio posto di parlamentare. Non lo hanno fatto”.

“Mi dicono che secondo i sondaggi sarei tra il 16 e il 18%”. Lo ha spiegato “Se non siamo avanti sicuramente siamo pari”. “Io sono ottimista, sono abituato a vincere. Non mi sono candidato per partecipare ma perchè abbiamo davanti il dramma di questa città”, ha aggiunto.
Bertolaso ha anche detto di essere “riuscito a far cambiare idea a mia moglie e alle mie figlie: dopo aver letto il mio programma mia moglie mi ha detto che voterà per me”. Nelle scorse settimane il candidato aveva detto che la moglie avrebbe votato per Roberto Giachetti.

La Repubblica