Colpo Napoli a Bergamo: doppio Higuain e Hamsik su rigore

HIGUAIN

Inarrestabile, Higuain. Un’altra doppietta che rilancia il Napoli dopo il punto conquistato nelle ultime due partite (Bologna e Roma). Sul piano professionale, il Pipita è sempre più capocannoniere della serie A con 16 reti in 17 partite fin qui giocate. Alla fine, l’Atalanta s’è dovuta piegare alla migliore qualità degli avversari che, per buona parte della gara, hanno dovuto subire la pressione dei bergamaschi. Al vantaggio napoletano (7′), sul rigore trasformato da Hamsik per un ingenuo fallo di mano di De Roon, ha risposto dopo appena due minuti, Gomez. Ma il fenomeno ce l’ha avuto il Napoli che, alla fine, ha conquistato i tre punti.
POCO NAPOLI — Pronti via e dopo tre minuti l’Atalanta ha l’opportunità di passare in vantaggio. Denis trova il corridoio giusto per lanciare a rete Moralez: sulla conclusione dell’attaccante, Reina riesce a respingere di piede. Manca vivacità al gioco napoletano. Sugli esterni Bellini e Brivio concedono poco a Insigne e Callejon, mentre su Higuain giocano a uomo Paletta e Stendardo. Ed è proprio sul destro del Pipita che capita l’occasione più facile, ma la conclusione è sbagliata (7′). Non è l’unica azione conclusa male dall’attaccante argentino. Bassi gli respinge una conclusione debole sul cross di Hysaj e al 27′ si fa anticipare da Paletta sul suggerimento di Jorginho. Il dinamismo dell’Atalanta crea apprensione alla difesa napoletana che viene spaventata dalla botta di Grassi, dal limite, che sorvola di poco la traversa (33′) e dal sinistro di Cigarini che da fuori area, esalta le qualità di Reina, agile nel deviarne la conclusione in angolo. Non è il miglior Napoli, in ogni modo. Al di là della vivacità, gli manca anche la giocata d’intuito, Hamsik non riesce a trovarla, mentre Insigne se ne sta defilato sulla sinistra. A centrocampo, Grassi e De Ronn sono attentissimi nel controllare Allan e Jorginho.
PIPITA GOL — La ripresa è tutt’altra storia, anche se il vantaggio napoletano nasce da un incredibile fallo di mano di De Ronn, che nel tentativo di anticipare Higuain, provoca il rigore, il primo in questo campionato, che trasforma Hamsik. Sotto di un gol, l’Atalanta non si è abbattuta, anzi ha reagito subito, trovando il pareggio con Gomez dopo due minuti. Poi, dopo l’ennesimo errore sotto porta, il Pipita s’è scatenato realizzando il gol del vantaggio, di testa (17′), anticipando il solito De Roon, e chiudendo la partita (40′) con un’azione di contropiede. Il risultato sarebbe stato più ampio, per il Napoli, se Hamsik non avesse fallito (46′) il rigore concesso da Rocchi per il fallo di Paletta su Mertens. Per il difensore argentino scatta il secondo giallo e, dunque, il rosso, così com’era accaduto per Jorginho (28′).

GAZZETTA DELLO SPORT