Clinton torna in pista, Trump vanta “eccellente salute”

donald-trump

Washington – “E bello essere di nuovo sulla pista della campagna elettorale. Come sapete mi e’ venuta una tosse che si e’ rivelata una polmonite”. Cosi’ Hillary Clinton ha esordito sul palco di Greensboro, nella Carolina del Nord, dopo tre giorni di stop raccomandati dal suo medico personale. E non a caso Hillary ha scelto come colonna sonora “I feel good” di James Brown per il suo ritorno.

“Non la prendo alla leggera ma a meno di due mesi dal giorno dell’elezione, rimanere a casa era l’ultima cosa che volevo fare – ha spiegato – ma si e’ rivelato un dono…la campagna non incoraggia la riflessione e invece io ho avuto modo di riflettere sul senso di questa campagna”, ha affermato. “In milioni non possono neppure permettersi di prendere giorni di malattia”, ha osservato Hillary prima di snocciolare tutta una serie di interventi a favore della classe media, dalla sanita’ alla scuola.

Nel giorno in cui la Clinton torna in pista, il suo avversario, Donald Trump ha divulgato una documentazione medica che sostiene che egli ha “un eccellente stato di salute”. Nel tentativo di riprendere slancio politico a meno di due settimane dall’atteso primo dibattito televisivo con Trump, l’ex segretario di Stato ha in agenda una serie di eventi della campagna elettorale, in North Carolina e a Washington. Ma intanto la campagna elettorale di Trump ha divulgato una lettera firmata da quello che e’ il suo medico personale dal 1980, Harold Bornstein, in cui questi afferma categoricamente che il magnate diventato candidato repubblicano alla Casa Bianca gode di “un’eccellente salute fisica”.

La documentazione rivela che Trump prende solo farmaci per ridurre il colesterolo e aspirina in basse dosi, e che gli altri esami di laboratorio hanno risultati normali. Secondo Bornstein, Trump attualmente pesa 107 chilogrammi, dunque e’ in sovrappeso anche per una statura notevole come la sua (e’ alto 1,90 m.), ma non consuma “ne’ tabacco ne’ alcool”. Nella documentazione si aggiunge che Trump e’ stato visitato il 9 settembre proprio da Bornstein: oltre al sovrappeso e al colesterolo superiore ai limiti (lo controlla con un farmaco, il rosuvastatin) emerge che Trump ha pressione e glicemia normali e le sue funzioni cardiache, il fegato e il colon non hanno problemi; il candidato repubblicano e’ stato ricoverato solo una volta, quando aveva 11 anni, per una operazione di appendicectomia.

La documentazione aggiunge che i suoi genitori, Mary e Fred, hanno superato gli 80anni (senza pero’ rivelare che uno di loro aveva l’Alzheimer). L’anno scorso, una lettera dello stesso medico affermava che, in caso vincesse le elezioni a novembre, sarebbe “l’individuo piu’ sano mai eletto presidente”!; ma al di la’ della roboante affermazione, non forniva alcuna analisi. Trump ha poi scelto un programma televisivo per parlare della sua salute e sostenere che, quando si guarda allo specchio, si vede come un 35enne.

AGI