Champions: Mourinho rischia eliminazione con Psg

MOURINHO

La Champions vive le sue due notti di passione per designare le semifinaliste del torneo piu’ prestigioso, ma solo il Real Madrid, che gioca domani a Dortmund partendo dalla dote aurea dei tre gol d’andata, ha in pratica la qualificazione in cassaforte. Bayern e Atletico dovranno difendere il prezioso 1-1 esterno con United e Barcellona, mentre ci vorra’ l’impresa al Chelsea per rimontate l’1-3 ottenuto dal Psg. In Europa League la Juve giovedi’ cerchera’ di mettere a frutto il gol di Bonucci a Lione per proseguire il sogno della finale in casa e tentare l’accoppiata con lo scudetto che e’ in dirittura d’arrivo.
Ma intanto gli infortuni incalzano e se Diego Costa e’ incerto non ci sara’ sicuramente Ibrahimovic. E non sara’ assenza da poco visto che servirebbe tanto il talento dello svedese nella battaglia di domani a Stanford Bridge. Il Chelsea di Mourinho ogni tanto gira a vuoto ma l’esperienza e la qualita’ del gruppo e la mano ferma del tecnico assicurano che il 2-0 che servirebbe non e’ utopia. Il Psg e’ una ricca squadra in costruzione a cui manca un po’ d’esperienza. Ma dopo i quarti dell’anno scorso le semifinali sono a portata di mano se non perdera’ la calma. Puo’ contare sulle giocate magiche dei suoi gioielli, come Pastore che ha fissato il 3-1 dell’andata con un’azione straordinaria. I francesi inoltre non hanno alcun problema di classifica dato che dominano la Ligue1 mentre i Blues devono disperdere energie per tenersi in linea con City e Liverpool. Meno tensione al Bernabeu dove il Real dovra’ controllare le velleita’ del Borussia Dortmund, bastonato all’andata con i gol di Bale, Isco e Ronaldo. La squadra di Ancelotti viene dal rotondo 4-0 in casa della Real Sociedad che la lascia pero’ al terzo posto della Liga alle spalle di Atletico e Barca.
E proprio mercoledi’ ci sara’ l’ appuntamento clou della Champions tra le due squadre, il ritorno del derby spagnolo dopo lo spettacolo offerto nell’andata. L’Atletico e’ la sorpresa della stagione con Simeone che ha costruito una macchina quasi perfetta, pur non potendo contare su tanti talenti come Barca e Real. Partita aperta, ma Messi e’ in agguato, come in tutte le gare che contano.. Al Bayern basta una vittoria, nella seconda gara di domani, per eliminare un Manchester United che ha tirato fuori l’orgoglio e sta risalendo la china nonostante la complicata transizione del dopo Ferguson.
I tedeschi, che hanno vinto la Bundesliga in largo anticipo, hanno fatto ampio turnover perdendo la prima partita in patria dopo 53 partite. Sono i grandi favoriti ma Guardiola sa che qualsiasi distrazione potra’ essere fatale.
In Europa League la Juve deve gestire il ritorno col Lione (che ieri ha vinto 2-1 in casa del Valenciennes ed e’ quinto in classifica) evitando di subire gol: la superiorita’ mostrata nell’andata non deve generare sufficienza, anche se il divario tra le due squadre e’ consistente. Tranquillo il Basilea, che ha tre gol di vantaggio in casa col Valencia, sono lanciate verso le semifinali anche Benfica e Porto, vittoriose di misura su Alkmaar e Siviglia. Piu’ facile il cammino del Benfica che col l’Az l’1-0 lo ha ottenuto in trasferta. Andare meglio delle squadre portoghese e’ la mission patriottica della Juventus, perche’ anche in Europa League si conquistano punti preziosi per il coefficiente Uefa.

Programma dei quarti di finale di ritorno delle coppe europee. -Champions (ore 20.45) Domani: Borussia Dortmund- Real Madrid (andata 0-3) Chelsea-Psg (1-3) Mercoledi 9: Atletico Madrid-Barcellona (1-1) Bayern-Manchester United (1-1 -Europa League (21.05) Giovedi’ 10: Juventus-Lione (1-0) Benfica-Az Alkmaar (1-0) Valencia-Basilea (0-3) Siviglia-Porto (0-1).

ANSA