Champions, Llorente condanna Juve al 2° posto: Siviglia vince 1-0

llorente _1

E’ amara la notte europea di Siviglia per la Juventus. I bianconeri perdono 1-0 contro gli spagnoli e, in virtù del successo ottenuto dal Manchester City nell’altra gara del girone contro il Borussia Monchengladbach, gettano alle ortiche il primo posto nel gruppo D di Champions League. E’ un gol pesantissimo dell’ex di turno Fernando Llorente a condannare la squadra di Allegri, padrona del campo per un’ora di gioco ma troppo sprecona sotto porta. La rete del navarro consente invece al Siviglia di accedere almeno all’Europa League, dominata nelle ultime stagioni proprio dalla società andalusa. Per quanto riguarda i campioni d’Italia invece, il sorteggio degli ottavi da agevole potrebbe adesso rivelarsi durissimo: possibili incroci da incubo con Barcellona, Bayern Monaco e Real Madrid.

Viste le tante assenze formazione quasi obbligata per la Juventus, in campo con il 3-5-2: sugli esterni agiscono Lichtsteiner e Alex Sandro, davanti Morata torna in campo dal 1′ accanto a Dybala. Sul fronte opposto Emery disegna il Siviglia con un 4-2-3-1. Unica punta l’ex di turno Fernando Llorente, che relega in panchina Gameiro. La partita è vibrante fin dai primi minuti di gioco. Al 5′ Marchisio vede l’inserimento di Morata che di testa manda la sfera di poco a lato. Un minuto dopo ancora l’attaccante spagnolo è ancora protagonista con un potente tiro cross rasoterra che non viene raccolto da nessuno e termina lontano dallo specchio della porta. Gli ospiti continuano a premere e nel giro di due minuti creano due ghiotte opportunità, prima con un diagonale di Dybala fuori di un soffio, poi con un colpo di testa di Sturaro si cui è ottimo l’intervento di Rico. La gara vive di continui sussulti da una parte e dall’altra: al 20′ Buffon compie un doppio strepitoso intervento prima su Llorente, poi su Banega. Al 25′ è clamoroso il gol sbagliato da Morata, che fallisce un tocco agevole a porta sguarnita sulla sponda aerea di Dybala. Dopo una prima mezzora giocata su ritmi elevati, la Juventus nel finale controlla maggiormente il possesso palla senza tuttavia rinunciare ad attaccare. Al 41′ sul calcio di punizione di Dybala Rico vola a respingere la conclusione.

In avvio di ripresa i bianconeri appaiono ancora più pimpanti rispetto ai padroni di casa. Al 3′ Pogba da fuori area ha spazio per concludere, ma Rico si supera nuovamente deviando di pugno il tiro carico d’effetto del francese. Con il passare dei minuti la Juventus però perde di brillantezza, il Siviglia cresce e al 20′ passa in vantaggio con l’ex di turno, Fernando Llorente. L’ex giocatore dell’Athletic Bilbao sugli sviluppi di un calcio d’angolo vince di forza il duello con Barzagli e con uno splendido colpo di testa scavalca l’incolpevole Buffon spedendo il pallone sul palo opposto. Il gol realizzato accende l’entusiasmo del ‘Sanchez Pizjuan’, con la Juve che rischia di subire il raddoppio in un paio di situazioni di contropiede: Banega, tra i migliori dei padroni di casa, costringe Buffon a un’uscita in tuffo al 31′. Allegri tenta il tutto per tutto giocandosi la carta Cuadrado, al posto di Lichsteinter. Al 37′ Dybala trova l’angolo giusto per calciare ma il suo tiro si stampa in pieno contro la traversa. Due minuti dopo Buffon in due tempi blocca una conclusione insidiosa di Krohn-Dehli, poi è Gameiro (dopo un errato disimpegno di Bonucci) a calciare solo davanti a Buffon sull’esterno della rete. L’assalto finale degli ospiti produce due occasioni ma non il gol di cui avrebbero bisogno i bianconeri per riagguantare il primo posto. Al 42′ un’altra conclusione a giro di Dybala termina di pochissimo sul fondo, mentre in pieno recupero, su assist all’indietro di Cuadrado, il tiro di Morata a botta sicura viene respinto in corner condannando la Juventus alla sconfitta.

SIVIGLIA-JUVENTUS 1-0
Rete: st 20′ Llorente.

Siviglia: Rico; Coke, Rami, Kolo (12′ st Mariano), Tremoulinas; Krychowiak, N’Zonzi; Vitolo, Banega, Konoplyanka (23′ st Krohn-Dehli); Llorente (32′ st Gameiro). A disp. Soria, Iborra, Escudero, Reyes. All. Emery.

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (31′ st Cuadrado), Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala, Morata. A disp. Neto, Rugani, Pellini, Vitale, Morselli. All. Allegri.

Arbitro: Marciniak (Pol).
Note: ammoniti Alex Sandro, Sturaro (J).

LA PRESSE