Champions League, Arsenal e Chelsea ko: Bayern show, Barça vince in rimonta

CHAMPIONS_LEAGUE

Seconda giornata di Champions League tra risultati scontati e tante soprese. Il Barcellona di Luis Enrique vince 2-1 al Camp Nou contro il Bayer Leverkusen, la Roma perde per 3-2 in casa del Bate Borisov. Supremazia totale per il Bayern Monaco che stende con un netto 5-0 la Dinamo Zagabria. Ko interno per l’Arsenal di Wenger.

GRUPPO E

BARCELLONA-LEVERKUSEN 2-1 – Senza Messi è un altro Barcellona. Il Leverkusen fa capire subito che ha intenzioni serie e trova il vantaggio al 22’: calcio d’angolo perfetto di Calhanoglu e colpo di testa vincente di Papadopoulos. Le aspirine sfiorano anche il raddoppio con Bellarabi, che si beve Piqué e costringe Ter Stegen a una smanacciata d’istinto. Neymar chiede un rigore al 37’, ma si becca (giustamente) il giallo. O Ney va anche vicino al pari (in modo fortunoso) con un tiro senza troppe velleità ma deviato sul palo da un difensore tedesco. Nella ripresa il Bayer sembra controllare, ma nel finale succede di tutto: Sergi Roberto, dopo una mezza papera di Leno, trova l’1-1 e un minuto Suarez fa 2-1 con un gran destro all’incrocio dei pali. Barça in testa al girone a 4 punti.

BATE-ROMA 3-2

GRUPPO H

LIONE-VALENCIA 0-1 – Tante occasioni e 4 pali nel primo tempo, ma in vantaggio ci va il Valencia con un gran tiro da fuori area di Feghouli al 42’ (non perfetto Lopes). Nella ripresa il forcing dei francesi non porta al pari. ZENIT-GENT 2-1 – Russi in vantaggio al 35’ con Dzyuba, che sfrutta di testa un bel cross di Hulk dalla sinistra. Pari al 56’ con un bel destro al volo di Matton. Shatov riporta in vantaggio lo Zenit al 67’, ancora una vola su assist di Hulk, che attira su di se le attenzioni di tutta la difesa belga e serve l’assist vincente al russo.

GIRONE F

ARSENAL-OLYMPIAKOS 2-3 – Dopo la netta vittoria fuori casa contro il Leicester di Ranieri in Premier League (5-2), l’Arsenal perde all’Emirates Stadium per 2-3 contro l’Olympiacos. Gli ospiti si portano in vantaggio con Pardo, poi, però, Walcott riporta il risultato in parità dopo soli due minuti. La squadra di Wenger, complice di uno scarso intervento di Ospina, subisce il secondo gol verso la fine della prima frazione di gara. Nel secondo tempo la sfida si fa elettrizzante. I greci dopo aver subito nuovamente il gol del pari dall’ex Barcellona, Alexis Sanchez, ritornano subito in vantaggio. Dopo nemmeno 2 minuti Finnbogason si coordina bene in area e di prima intenzione mette in rete sulla sinistra. Partita da incubo per gli uomini di Wenger.

BAYERN MONACO-DINAMO ZAGABRIA 5-0 – Nonostante le assenze di Benatia, Ribery, Robben e Vidal, il Bayern Monaco vince 5-0 e si conferma capolista del girone G con 6 punti. La squadra di Guardiola comincia subito forte realizzando quattro reti nel primo tempo a firma di Douglas Costa, Lewandowski (doppietta) e Mario Goetze. Nella ripresa i padroni di casa continuano a dominare. La coppia Thiago Alcantara-Lewandoswi colpisce ancora. Lo spagnolo pesca in area l’attaccante polacco che vedendo Eduardo fuori dai palo lo beffa con un pallonetto morbido. Prestazione superba di Lewandowski che realizza una tripletta. I tedeschi tengono bene il campo per tutti i restanti minuti e chiudono la gara con un netto 5-0.

GIRONE G

PORTO-CHELSEA 2-1 – A sorpresa, Mourinho perde la sfida con il suo passato. All’Estadio do Dragao, il Chelsea perde 2-1 contro un ottimo Porto. A sbloccare il match ci pensa Andre che è nel posto giusto al momento giusto: il rimbalzo in area termina sui suoi piedi all’interno dell’area e da li riesce a siglare il gol del vantaggio. I Blues non demordono e riportano il risultato in parità grazie a Willian. Nella ripresa, però, corner a favore del Porto battuto in mezzo dove Maicon colpisce bene di testa e segna sulla sinistra. Il punteggio cambia nuovamente. Il Porto cerca di chiudere la partita ma è sfortunato, due-tre occasioni da gol ma il risultato non va oltre il 2-1.

M.TEL AVIV-DYNAMO KIEV 0-2 – Prima vittoria in trasferta per la Dynamo Kiev. In casa del M.Tel Aviv gli uomini di Rebrov si impongono per 2-0 grazie alla rete di Yarmolenko che, su assist di Gonzalez, arriva in area e lascia partire un bellissimo tiro vincente. Nella ripresa gli ospiti confermano la grande prestazione vista nel primo tempo e raddoppiano con Moraes. Allo stadio Bloomfield il risulato finale è di 0-2. La Dynamo Kiev è la vera sopresa di questa edizione di Champions League. Con questa vittoria si porta in prima posizione nel girone G a 4 punti insieme al Porto.

Tuttosport