CAPELLO FINISCE SOTTO ACCUSA CONVOCATO DAL PARLAMENTO

capello_russia

Capello convocato oggi al parlamento russo per spiegare il flop della nazionale russa ai Mondiali. Dopo la mancata qualificazione agli ottavi il tecnico italiano è finito nel mirino anche per il suo ingaggio stellare: 9 milioni di euro l’anno sino al 2018, il ct più pagato del mondo. Ieri il leader ultranazionalista Vladimir Zhirinovski, lo ha chiamato «ladro», altri deputati hanno chiesto che restituisca i soldi. Secondo fonti locali Capello avrebbe un «paracadute d’oro» di 25 milioni di dollari in caso di licenziamento. Eventualità scongiurata dal ministro dello sport: «Alcuni irresponsabili ci chiedono di licenziarlo, ma sarebbe irragionevole». Il n.1 della federcalcio ribadisce: «Siamo interessati a continuare la collaborazione».

IL GIORNALE