Candreva si è ripreso la Lazio con i gol da attaccante vero

Lazio vs Chievo Verona - Serie A Tim 2013/2014

Un guizzo all’ultimo respiro per riprendersi la Lazio e rilanciare il sogno europeo. Antonio Candreva è tornato. Lo ha fatto nel momento del bisogno per la sua squadra, come fanno i campioni veri. Che, anche quando sono in difficoltà, sanno sempre come tirare fuori dai guai la propria formazione. Candreva non stava attraversando un periodo felicissimo. Forse solo una piccola e fisiologica flessione dopo mesi vissuti al massimo. Fatto sta che domenica, quando la partita col Parma volgeva al termine e, con essa, anche le speranze della Lazio di agganciare l’ultimo treno per l’Europa, ci ha pensato lui a rimettere tutto a posto.

Cannoniere Un gol da attaccante. Lui che attaccante non lo è, ma che quest’anno lo sta diventando. Con quello di domenica scorsa è arrivato a quota 8 reti in questo campionato. Ha già superato il primato personale (che era di 6 gol) e «rischia» di finire in doppia cifra. Anche perché nel frattempo è pure diventato rigorista della squadra (sono stati 4 finora i centri dal dischetto). «Rischia», Candreva, pure di essere il capocannoniere della squadra a fine stagione. Per il momento lo è, ma Klose lo minaccia con 7 reti. Gol e prestazioni d’autore (6,22 la media voto Gazzetta) che ne fanno il classico giocatore da Magic.

Il riscatto La Lazio se lo coccola. Nella volata per l’Europa League il suo apporto sarà fondamentale. «Daremo il massimo per farcela», ha detto ieri il giocatore in una scuola romana dove ha fatto da testimonial a «Non fare autogol», l’iniziativa di Coni e Figc per sensibilizzare i ragazzi alla lotta contro i tumori. Candreva giocatore imprescindibile per il club di Lotito, ma il patron dovrà riscattarlo dall’Udinese entro maggio, visto che è in comproprietà con i friulani. Per la seconda metà del cartellino servono 7-8 milioni. Col club di Pozzo il discorso è stato già avviato e potrebbe coinvolgere altri giocatori. Come Felipe Anderson o Perea, che la Lazio vorrebbe girare in prestito. Idee per la stagione che verrà (come, in entrata, quella del parmense Parolo). Per il presente la certezza si chiama sempre Candreva.

GAZZETTA DELLO SPORT