Buona Scuola, la riforma alla Camera per il passaggio finale

BUONA_SCUOLA

Nel giorno in cui la Buona scuola’ approda in aula alla Camera per il passaggio finale del suo iter parlamentare, in tutta Italia si realizzano forme di protesta. A Palermo una cinquantina di studenti del coordinamento ‘Studenti Medi Palermo’ ha effettuato un blitz nell’assessorato alla Scuola ed esposto da uno dei suoi balconi uno striscione con la scritta “No al ddl Buona Scuola. Studenti medi Palermo”: un modo “per opporsi esplicitamente e sino all’ultimo momento – spiegano – all’approvazione del disegno di legge di riforma della scuola sul quale il governo ha chiesto e ottenuto la fiducia in Senato già lo scorso 25 giugno”.

A mobilitarsi oggi sono anche i deputati di Sel che – dicono i vendoliani Annalisa Pannarale e Giancarlo Giordano della commissione Cultura – “in occasione del passaggio alla Camera saremo in piazza con tutti i sindacati per protestare contro una riforma sbagliata e contro il governo che in questi mesi ha preso in giro il mondo della scuola”. Il presidio è organizzato dal mondo della scuola, dai sindacati e dagli studenti per protestare contro la riforma voluta dal premier Matteo Renzi.

LA REPUBBLICA